La giornata che chiude il Test con il supporto di Dorna al MotorLand Aragon riservato ai team e ai piloti del Campionato del Mondo MOTUL FIM Superbike si conclude con il primo tempo realizzato dal sei volte iridato Jonathan Rea (Kawasaki Racing Team WorldSBK) che è l’unico a girare in 1’48”. Quattro i costruttori nelle prime cinque posizioni e tutte e cinque le Case sono presenti in top ten.

TANTISSIMO SPETTACOLO: quattro Case nei primi cinque posti

Rea oggi pomeriggio si è migliorato ancora realizzando un 1’48.714 con cui precede di tre decimi il campione del mondo Toprak Razgatlioglu (Pata Yamaha with Brixx WorldSBK), staccato di 354 millesimi. Razgatlioglu ieri ha lavorato sull’elettronica della sua Yamaha YZF R1 e anche Rea ha provato alcune novità marginali.

Razgatlioglu oggi fa meglio di Alvaro Bautista (Aruba.it Racing – Ducati) che ha lavorato con la sua Panigale V4 R in vista del Round di Aragon. Il miglior crono dello spagnolo è stato un 1’49.094 con cui si mette alle spalle per due decimi Garrett Gerloff (GYTR GRT Yamaha WorldSBK Team), il quale ha provato delle novità precedentemente testate dal team Pata Yamaha. Quinto crono per Loris Baz (Bonovo Action BMW), miglior pilota BMW in 1’49.383 che però non si è migliorato nell’ultima sessione.

IN SETTE IN TRE DECIMI: tutti davvero molto vicini…

Andrea Locatelli (Pata Yamaha with Brixx WorldSBK) in 1’49.831 è sesto e precede un gruppo formato da sette piloti racchiusi in tre decimi. Michael Ruben Rinaldi (Aruba.it Racing – Ducati) chiude in settima posizione ad appena 32 millesimi dal lombardo; il riminese ha provato il nuovo forcellone presente sulla sua Ducati Panigale V4 R.

Iker Lecuona (Team HRC) è il miglior pilota Honda e precede di pochissimo il compagno di box Xavi Vierge. Lecuona nella seconda sessione di oggi è caduto alla curva 2 e come Vierge ha lavorato pensando in ottica del Round di Aragon che sta per arrivare; per entrambi sarà il primo fine settimana di gara nel WorldSBK. Il rookie Philipp Oettl (Team Goeleven) chiude la top ten grazie al suo 1’50.086.

Scott Redding (BMW Motorrad WorldSBK Team) – oggi a terra alla curva 5 – è 11° e ha avuto modo di provare la nuova gomma SCQ di Pirelli. Il pilota inglese precede di otto millesimi Alex Lowes (Kawasaki Racing Team WorldSBK).

COLORO CHE SPERANO DI RISALIRE: a chiudere la top 15

Eugene Laverty (Bonovo Action BMW) con la sua M 1000 RR ha il 13° crono nonostante la caduta avvenuta nel corso della seconda sessione alla curva 9. Dietro di lui l’altro pilota BMW Ilya Mikhalchik (BMW Motorrad WorldSBK Team) che in questa due giorni e anche nel Round di Aragon prenderà il posto di Michael van der Mark; il suo miglior tempo è stato un 1’50.498 ad appena 52 millesimi da Laverty. 15° posto per l’esordiente Roberto Tamburini (Yamaha Motoxracing WorldSBK Team) in 1’50.656 a meno di due secondi da Rea.

Questi sono i primi dieci alla fine della seconda giornata di Test del WorldSBK, per tutti i risultati clicca qui:

1. Jonathan Rea (Kawasaki Racing Team WorldSBK) 1’48.714

2. Toprak Razgatlioglu (Pata Yamaha with Brixx WorldSBK) +0.354

3. Alvaro Bautista (Aruba.it Racing – Ducati) +0.380

4. Garrett Gerloff (GYRT GRT Yamaha WorldSBK Team) +0.521

5. Loris Baz (Bonovo Action BMW) +0.669

6. Andrea Locatelli (Pata Yamaha with Brixx WorldSBK) +1.117

7. Michael Ruben Rinaldi (Aruba.it Racing – Ducati) +1.149

8. Iker Lecuona (Team HRC) +1.257

9. Xavi Vierge (Team HRC) +1.296

10. Philipp Oettl (Team Goeleven) +1.372

Credito fotografico: WSBK

Rispondi