Le ultime luci del giorno si stavano spegnendo lasciando dietro di sé una certa enfasi di colori. Violenti e vigorosi come le pennellate di Rembrandt. Il tramonto, con i suoi colori così coriacei e intensi, stava lasciando il posto all’imbrunire con il suo graduale incedere ad oscurare progressivamente i vividi colori del giorno. Ma il cielo continuava a risplendere di un limpido azzurro a fare da magico sfondo ad un orizzonte spaventosamente limpido e uniforme.

Imola appariva come un immenso quadretto bucolico nel cuore della pianura padano-romagnola. Ed è proprio qui, nel maggior Comune della città metropolitana della provincia bolognese per estensione che si terrà, il 30 Aprile un’importante kermesse giornalistico-motoristica di cui ho l’onore di farne parte con i miei inseparabili amici conduttori e giornalisti: Carlo Ametrano e Marco Palomba. Un programma “pingue” per contenuti, numero di ospiti e spunti che oltre alla velocità toccheranno anche argomenti come la moda e la bellezza.

«La bellezza salverà il mondo» scrisse Fedor Dostoevskij. E a rileggere queste parole direi che il grande scrittore russo aveva proprio ragione. La bellezza, non è solo un semplice atto contemplativo, la celebrazione dell’estetica, ma una constatazione del fatto che un obiettivo è sempre possibile da raggiungere, se ci credi. Lo sport, in questo caso la velocità e la bellezza, sono un binomio inscindibile che da sempre affascina.

Bellezza ed eleganza come quella rappresentata da Lorih Caradonna, attrice e fotomodella italiana, Dunia Rocchi e Daniela Donnarumma fotomodelle. Tre donne di raro splendore e naturale finezza, accompagnate dal pregio della spontaneità e del fascino etereo. Con loro affronteremo il tema non solo della bellezza, ma anche dell’eterno dissidio: “Donne e Motori”. Una rincorsa mai conclusa.
La velocità è lo sfondo dinamico, il sub-strato più importante dell’intera kermesse.

Al nostro quotidiano appuntamento annuale, non poteva mancare innanzitutto una leggenda. Colui a cui tutti noi dobbiamo qualcosa: la «mente», il «ricordo», in una parola, la «storia» della FORMULA 1: il “Maestro” Lello Soncini.

Ci saranno con noi due amici incredibili: Mike Wilson ex grande pilota di kart, è stato uno dei piloti più forti della storia del kart. L’unico capace di vincere 6 titoli mondiali e Ruggero Melgrati ex pilota e vincitore nel 1994 della 24 ore di Daytona nel Campionato Americano IMSA (International Motor Sports Assosiation).

Non può di certo mancare il contributo “tecnico-motoristico” di Pedro Bussadori senior stress engineer dell’Alpha Tauri con cui affronteremo il tema ingegneristico dei nuovi modelli in Formula 1, le modifiche apportate, la termodinamica, le potenzialità, le prospettive della Formula 1.
Pietro Benvenuti, Direttore dell’Autodromo di Imola ed Elena Penazzi, Assessore della rete civica del Turismo e Servizi al Cittadino del Comune di Imola sono i nostri importanti ospiti che impreziosiranno il dibattimento. Con il loro contributo affronteremo il tema dell’ambiente imolese, parleremo della città e della velocità che qui è da sempre un “cult”. E poi avremo l’onore di presentare una leggenda: Giancarlo Minardi Presidente Formula 1 di Imola!

Ancora un amico prezioso ci allieterà con la sua presenza, un amico sensibile, una penna arguta e incisiva sempre pronta a cogliere e a sottolineare gli aspetti più singolari delle cose: parlo di uno scrittore e giornalista di grande spessore e successo con cui abbiamo condiviso in tutti questi anni la passione comune per Ayrton Senna: Diego Alverà.

Lo sport unisce soprattutto in questi momenti di guerra che sembrano non regalare più certezze!

Massimiliano Ghinassi da ragazzo del paddock a responsabile dei servizi di pista e Davide Valsecchi pilota automobilistico, conduttore televisivo e opinionista italiano allieteranno con la loro presenza e la loro esperienza la kermesse con una ricca aneddotica.

Siamo lieti di potervi raccontare il prodigio della velocità nel ricordo del grande Ayrton, e questo soprattutto grazie ai nostri amici ospiti che ringrazio anche a nome di AUGUSTO ZUFFA, il “Patron”, e alla sua splendida famiglia che ci ospiteranno in questa cornice stupenda che sono “Le Cantine Zuffa” a Imola.

APPUNTAMENTO AL 30 APRILE. MI RACCOMANDO, NON MANCATE!!!

Il suono rombante dei motori che diventa musica, l’ebbrezza della velocità che diventa sogno, e voi che parteciperete a questa splendida “kermesse” permettendoci di realizzarla. Un ritrovo tra amici nel ricordo di Senna. Un ringraziamento a tutti quanti voi a cui rinnovo l’invito.

Di Pasquale Buondonno-Carlo Ametrano-Marco Palomba

Rispondi