Il Campionato del Mondo Superbike 2022 parte in modo eccezionale al MotorLand Aragon: la vittoria va a Jonathan Rea (Kawasaki Racing Team WorldSBK) che per la quinta volta in carriera vince la prima gara della stagione. Il sei volte campione del mondo precede di soli 90 millesimi Alvaro Bautista (Aruba.it Racing – Ducati) al termine di 18 giri ricchi di spettacolo ed emozioni.

Bautista parte benissimo ma alla curva 2 viene superato da Toprak Razgatlioglu (Pata Yamaha with Brixx WorldSBK). Rea è terzo ma ben presto si porta al comando.

Tantissimi sorpassi con protagonisti Razgatlioglu, Bautista e Rea: alla fine del nono giro grande spavento per lo spagnolo che rischia di perdere il controllo della sua Ducati con cui però al 14° giro torna in testa alla gara prima della risposta di Rea alla curva 7. Bautista tenta il sorpasso nelle ultime due curve ma Rea riesce a resistere e a vincere la prima gara del 2022.

Razgatlioglu chiude al terzo posto mentre per Rea si tratta del 21° podio consecutivo ad Aragon e il 216° in carriera. 28° podio per Bautista mentre Razgatlioglu ora ne vanta 54.

Michael Ruben Rinaldi (Aruba.it Racing – Ducati) arriva quarto dopo aver fatto parte del gruppo di testa nella prima metà di gara e alla fine precede Andrea Locatelli (Pata Yamaha with Brixx WorldSBK).

Sesto e settimo posto per i due portacolori del Team HRC Iker Lecuona e Xavi Vierge, all’esordio nel WorldSBK con il team ufficiale Honda. Ilya Mikalchik (BMW Motorrad WorldSBK Team) – anche lui all’esordio nel WorldSBK come la sua Ucraina – è ottavo a soli 84 millesimi da Vierge.

Nona posizione per Garrett Gerloff (GYTR GRT Yamaha WorldSBK Team) davanti a Eugene Laverty (Bonovo Action BMW) che chiude la top ten alla sua prima gara con il team Bonovo BMW precedendo di mezzo secondo il compagno di box Loris Baz.

Luca Bernardi (Barni Spark Racing Team) porta a casa i primi punti nel WorldSBK grazie al 12° posto odierno con cui si mette alle spalle l’altro rookie Philipp Oettl (Team Goeleven): cinque dei sette esordienti ad Aragon chiudono in zona punti.

14^ posizione per il francese Lucas Mahias (Kawasaki Puccetti Racing) che fa meglio di mezzo secondo rispetto a Scott Redding (BMW Motorrad WorldSBK Team), soltanto 15° all’esordio con il team ufficiale BMW.

nella ghiaia alla curva 15 perdendo così delle posizioni e terminando 16° davanti a Roberto Tamburini (Yamaha Motoxracing WorldSBK Team).

18° posto per Kohta Nozane (GYTR GRT Yamaha WorldSBK Team) davanti a Christophe Ponsson, portacolori del team Gil Motor Sport-Yamaha. 20^ piazza per Leandro Mercado (MIE Racing Honda Team) davanti al compagno di box Hafizh Syahrin mentre Oliver Konig (Orelac Racing VerdNatura) e Loris Cresson (TPR Team Pedercini Racing) completano la classifica.

Gabriele Ruiu (Bmax Racing) si è ritirato nelle prime fasi della gara mentre Alex Lowes (Kawasaki Racing Team WorldSBK) è caduto nel corso del settimo giro.

Questi sono i primi sei alla fine di Gara 1 del WorldSBK, per la classifica completa clicca qui:

1. Jonathan Rea (Kawasaki Racing Team WorldSBK)

2. Alvaro Bautista (Aruba.it Racing – Ducati) +0.090

3. Toprak Razgatlioglu (Pata Yamaha with Brixx WorldSBK) +5.416

4. Michael Ruben Rinaldi (Aruba.it Racing – Ducati) +10.272

5. Andrea Locatelli (Pata Yamaha with Brixx WorldSBK) +15.767

6. Iker Lecuona (Team HRC) +18.760

Rispondi