Mathias Beche ha messo TDS Racing in pole position per la 4 Ore di Le Castellet, il round di apertura della European Le Mans Series.

Beche ha registrato il tempi di 1:43:038 al volante della Oreca 07 Gibson n. 31 per essere il più veloce nella griglia delle 17 vetture.

Questo risultato segna una pole position notevole per il team francese, che ritorna nella serie con il proprio nome per la prima volta dal 2018, anche se in precedenza gestiva iscrizioni per scuderia del calibro di G-Drive Racing e Realteam Racing.

Beche ha superato la United Autosports Oreca n. 22 di 0,153 secondi, ma è stato aiutato da una bandiera rossa sul finale di sessione, causata dalla Graff Oreca n. 40 di David Droux che si è fermata in pista.

La bandiera rossa ha impedito a Jack Aitken del Racing Team Turkey di strappare la pole, poiché la sessione è stata interrotta mentre l’ex pilota di Formula 1 stava migliorando le prestazioni cronometriche della Oreca n. 34, ma si è dovuto accontentare del quarto assoluto, dietro la vettura Prema n. 9 guidata da Louis Deletraz.

Nicolas Jamin è quinto per Panis Racing, davanti a Ben Hanley di Nielsen Racing, Nicklas Nielsen di AF Corse e Patrick Pilet di IDEC Sport.

Fabio Scherer chiude nono per Inter Europol Competitition mentre la top ten è stata completata dalla Oreca n. 45 di Algarve Pro Racing guidata dal nuovo arrivato della serie Bent Viscaal.

La seconda vettura di Algarve Pro, guidata da James Allen, non è riuscita a segnare un tempo nella sessione di dieci minuti, proprio come la Oreca Cool Racing n. 37 di Yifei Ye che si è visto annullare un tempo per aver superato i limiti della pista e non era più riuscito a segnare un tempo cronometrato prima della bandiera rossa.

Mentre la squadra francese ha fatto i conti con una prestazione opaca nella sessione LMP2, Malthe Jakobsen l’ha portata in pole position nella classe LMP3.

Il giovane danese è balzato al primo posto a bordo della Ligier JS P320 Nissan numero 17 della Cool Racing con un 1:49:390, prima di migliorare il proprio giro più veloce per chiudere la sessione con un 1:49:008.

Questo è stato sufficiente per tenere a bada la RLR MSport Ligier numero 5 di Alex Kapadia, che ha conquistato il secondo posto ma a 0,339 secondi dietro Jakobsen.

La seconda Ligier Cool Racing, guidata da Antoine Doquon, ha conquistato il terzo posto davanti alla solitaria Duqueine D08 Nissan guidata da Sebastian Alvarez di DKR Engineering in quarta posizione. Finn Gehrsitz ha completato la top five per United Autosports.

Memo Gidley ha conquistato la pole position nella classe GTE, superando Ahmad al Harthy e Sarah Bovy per conquistare il primo posto.

Il pilota americano ha fatto registrare un best lap di 1:54:755 al volante della Ferrari 488 GTE Evo numero 32 del Rinaldi Racing, assicurandosi la prima pole ELMS sia per il team che per il pilota.

Gidley è balzato in cima alla classifica dei tempi nei minuti finali della sessione, superando il precedente miglior sforzo di Al Harthy di 1:55:008.

Il pilota dell’Oman Racing by TF Sport è migliorato fino a 1:54:909, ma non è stato sufficiente per battere Gidley al primo posto.

Sarah Bovy di Iron Dames ha migliorato in ritardo il crono della Ferrari n. 83 per concludere terzo, davanti al duo Porsche Proton Competition di Christian Ried e Michael Fassbender.

Andrew Haryanto è sesto per Absolute Racing, davanti a Giacomo Petrobelli di JMW Motorsport e Christian Hook nella seconda Ferrari Rinaldi.

Takeshi Kimura ha conquistato il nono posto nella Ferrari Kessel Racing n. 74 in livrea Car Guy, con Duncan Cameron che ha completato la top ten per Spirit of Race.

La 4 Ore di Le Castellet inizia domenica alle 11:00 ora locale.

Rispondi