Max Verstappen vince la gara sprint del Gran Premio dell’Emilia-Romagna. Pur partendo male dalla pole position, l’olandese riesce a portare la sua Red Bull sul gradino più alto del podio davanti alla Ferrari di Leclerc. Il monegasco ha bruciato Verstappen alla partenza rimanendo davanti per 21 giri, fino a quando si ha dovuto cedere il passo a causa del fenomeno del graining alle gomme anteriori.

Un problema che invece non ha assillato la RedBull consentendo all’olandese di sopravanzare Leclerc a due giri dalla fine. La Sprint Race porta in cascina 8 punti, recuperando un punto su Leclerec ed assicurandosi di ripartire primo per la gara di domani. La prestazione della RedBull è stata confermata anche dalla ottima terza posizione per Sergio Perez.

Buona anche la prestazione dell’altro ferrarista Carlos Sainz. Lo spagnolo partiva decimo a causa dell’incidente nelle qualifiche di ieri. Ma una Ferrari in buono stato di forma gli ha permesso di poter rimontare fino alla quarta posizione nonostante le ormai note difficoltà di sorpasso sulla pista di Imola. Alle spalle di Ferrari e Redbull una McLaren in ripresa con Norris davanti a Ricciardo. Settima posizione per l’Alfa Romeo di Valtteri Bottas mentre deve accontentarsi della ottava Kevin Magnussen dopo una spettacolare partenza che lo aveva portato a ridosso dei primi.

Deludente, invece, il passo della Mercedes. George Russell ha chiuso in undicesima posizione dietro anche all’altra Haas di Mick Schumacher. Non è andata meglio al sette volte campione del mondo Lewis Hamilton rimasto bloccato nel gruppone arrivando solo quattordicesimo alle spalle di Tsunoda e Vettel.

Da segnalare nelle fasi iniziali l’incidente che ha visto coinvolto Pierre Gasly ed il cinese Guanyu Zhou. Il francese dell’AlphaTauri ha abbandonato la gara per una la conseguente foratura mentre è andata peggio all’Alfa Romeo è stato costretto al ritiro per i danni dovuti all’urto contro le barriere partendo ultimo nella gara di domani.

Alla luce di quanto visto nella gara sprint, anche la gara lunga si concentrerà sulla gestione delle gomme. La temperatura sarà diversa, forse più bassa, forse con la pioggia e quindi potrebbe tornare a cambiare sia a favore della Ferrari che aumentare il gap visto oggi in pista a favore della RedBull. La partenza sarà ancora una volta un momento fondamentale. Anche se Leclerc dovesse partire bene, poi Verstappen ha dimostrato di poter contare su una monoposto che ha dalla sua una eccellente velocità di punta con DRS attivo.

Unico modo per tenere dietro l’olandese e provare a tenere il distacco oltre il secondo nella zona guidata del tracciato per poi gestire la maggiore velocità della RedBull nel dritto. Questo se le gomme anteriori della SF-75 tengono. Nel caso invece Leclerc non dovesse arrivare primo alla prima staccata del Tamburello, allora non resterebbe altro al monegasco di gestire bene le gomme per provare un sorpasso per una migliore strategia per il cambio gomme. Senza contare la variabile meteo. Una condizione che nel week end classico di Imola quello del Primo Maggio storica data per la gara in terra emiliana raramente si verifica.

Rispondi