Pubblicità

L’uragano del budget cup ha colpito violentemente la Formula 1 e, secondo indiscrezioni che devono essere ancora confermate, a sforare il tetto massimo di spesa nel 2021 sono state Red Bull e Aston Martin.

Sia la Mercedes che la Ferrari hanno preso di mira i loro principali rivali, sostenendo che la Red Bull avrebbe avuto un vantaggio ingiusto nel 2022 a causa della violazione delle regole nella stagione 2021.

Le sanzioni per il superamento dell’importo del limite di costo di 145 milioni di dollari sono divise in due gruppi; minore e maggiore. Minore può essere una violazione di qualsiasi cosa inferiore a 5 milioni, mentre maggiore sarebbe classificato come qualcosa di superiore a 5 milioni.

Il Team Principal Ferrari Mattia Binotto ritiene che, mentre le regole lasciano spazio a violazioni “piccole”, qualsiasi importo oltre il limite sarebbe considerato una grave violazione di fiducia tra le squadre.

“Peccato che dobbiamo parlarne nell’ottobre della prossima stagione, perché a questo punto non si tratta solo del 2021, ma già della stagione 2022”, ha detto Binotto a Sky Italia.

“Aspettiamo mercoledì prima di giungere davvero a una conclusione, ma è importante capire che una violazione di quattro milioni, considerata una violazione minore, non è affatto minore”.

Le violazioni del limite di costo possono avvantaggiare le squadre per più di una stagione

Binotto ritiene che qualsiasi squadra che superi il limite di costo potrebbe avere un vantaggio duraturo per più di una stagione, motivo per cui è importante che ci siano conseguenze sostanziali.

Ha aggiunto: “Per noi quattro milioni sono quelli che spendiamo in nuove parti durante una stagione. Quattro milioni sono anche sufficienti per pagare lo stipendio di 70 tecnici, che possono inventare idee e soluzioni abbastanza buone per forse mezzo secondo al giro!”

“Quindi anche se ufficialmente è una violazione minore, non è per niente minore! Se parliamo di mezzo secondo di vantaggio, quel vantaggio viene riportato anche alle stagioni successive.”

“Potrebbe essere iniziato nel 2021, ma nel 2022 e nel 2023 offre ancora un vantaggio, motivo per cui questo è un argomento molto importante”.

La FIA dovrebbe rivelare i risultati se ciascuna delle squadre ha rispettato o meno i regolamenti finanziari mercoledì e nel caso di mancato rispetto delle regole prendere delle decisioni. La credibilità dell’organo di governo sta cadendo sempre più in basso e far finire tutto a tarallucci e vino una questione spinosa come lo sforamento del budget cap, significherebbe gettare all’aria quella poca credibilità rimasta.

Per essere sempre aggiornato sulle nostre news metti il tuo like ai profili Facebook, Twitter e Linkedin di GIORNALEMOTORI
Vuoi entrare nella nostra redazione? Scrivici a redazione@giornalemotori.com