Pubblicità

La FIA ha annunciato che ci sarà un ritardo nel rilascio dei certificati di conformità ai team di Formula 1 per quanto riguarda la loro adesione alle regole del limite di costo del 2021.

In un comunicato l’organo di governo ha confermato che non rilascerà i certificati nella data prefissata, ovvero il 5 ottobre, come precedentemente previsto.

La dichiarazione recita: “La FIA informa che la conclusione dell’analisi delle dichiarazioni finanziarie 2021 dei team di Formula 1 e il successivo rilascio dei certificati di conformità al regolamento finanziario non avranno luogo mercoledì 5 ottobre.”

“L’analisi delle richieste finanziarie è un processo lungo e complesso che è in corso e si concluderà per consentire il rilascio dei Certificati lunedì 10 ottobre.”

“Il regolamento finanziario è stato approvato all’unanimità da tutti i concorrenti, che hanno lavorato in modo positivo e collaborativo con l’amministrazione FIA ​​Cost Cap durante questo primo anno ai sensi del regolamento finanziario”.

La FIA non rilascierà nessuna informazione fino al 10 ottobre

La FIA ha raddoppiato le recenti speculazioni tra le squadre sul fatto che qualcuno abbia infranto le regole del tetto ai costi.

La maggior parte dei team principal è unanime nel voler vedere un’azione ferma contro qualsiasi squadra che abbia violato le regole e abbia guadagnato in termini di prestazioni, tuttavia la FIA ha ribadito che fino a quando la questione non sarà stata finalizzata non ci saranno più informazioni a riguardo.

Hanno anche aggiunto: “Come comunicato in precedenza, ci sono state speculazioni e congetture significative e infondate in relazione a questa questione e la FIA ribadisce che fino a quando non sarà finalizzata, non verranno fornite ulteriori informazioni.”

“La FIA ribadisce inoltre che qualsiasi suggerimento che il personale della FIA abbia divulgato informazioni sensibili è ugualmente infondato”.

Per essere sempre aggiornato sulle nostre news metti il tuo like ai profili Facebook, Twitter e Linkedin di GIORNALEMOTORI
Vuoi entrare nella nostra redazione? Scrivici a redazione@giornalemotori.com