Pubblicità

Toprak Razgatlioglu di Pata Yamaha ha ottenuto la sua seconda vittoria nel WorldSBK nel weekend di Portimao nella gara sprint in Algarve.

Alvaro Bautista di Aruba.it Ducati ha mantenuto sotto pressione il campione in carica per tutta la gara della Superpole di domenica mattina quando i due hanno tagliato il traguardo a un decimo di distanza con Jonathan Rea della KRT che ha completato ancora una volta il podio.

L’ultima giornata in Europa si è accesa in Algarve quando Rea è scattato dalla pole per la seconda volta questo fine settimana, il compagno di squadra Kawasaki Alex Lowes è terzo con Razgatlioglu inserito tra i due per completare la prima fila.

Le luci si spengono per la corsa dei dieci giri ed è stato Razgatlioglu a rivendicare l’holeshot mentre Bautista ha superato Lowes per il terzo posto. Andrea Locatelli della Yamaha è quinto su Michael Rinaldi della Ducati mentre Scott Redding è salito al settimo posto, il primo dei primi a optare per la Pirelli posteriore SCX, insieme al compagno BMW di Loris Baz. Axel Bassani di Motocorsa ha retrocesso il britannico all’inizio del giro successivo, Baz ha capitalizzato Redding è sceso al nono posto mentre Garrett Gerloff ha tentato di dare un’occhiata alla Yamaha GRT dal decimo poco dopo.

Davanti Bautista è salito al secondo posto mentre la Kawasaki si è riorganizzata in terza e quarta, il compagno di squadra Rinaldi ha superato Locatelli mentre la lotta per il miglior italiano si è giocata con Bassani di poco dietro per completare il trio.

Razgatlioglu ha tentato di liberarsi con record sul giro più veloce in successione mentre Bautista ha reagito nel settore due, i primi quattro coperti per poco più di un secondo mentre Rea ha vacillato in testa alla serie con Lowes che è leggermente arretrato sul suo compagno di squadra.

Bautista è passato al comando durante il quinto giro, Razgatlioglu ha immediatamente mantenuto il controllo poiché ancora una volta la lotta lungo il rettilineo li ha visti inseparabili la prossima volta. Rea si gode la battaglia che lo attende arrivando sulle ruote della Panigale prima che la potenza della Ducati scattasse a distanza. La Yamaha continua a dominare la coppia durante la prima curva.

La gara di Gerloff si è conclusa prematuramente quando è caduto a metà tappa. Il suo connazionale Jake Gagne corre 15° con i compagni wildcard Marvin Fritz e Leon Haslam rispettivamente 18° e 19° a quattro giri dalla fine.

Michael van der Mark ha eliminato il suo compagno di squadra per l’ultima posizione tra i primi nove a tre dalla fine, Redding è uscito dal gruppo trovandosi all’undicesimo posto prima che la coppia Honda di Iker Lecuona e Xavi Vierge lo retrocesse ulteriormente.

L’ultimo giro ha visto Razgatlioglu mantenere il comando su Bautista e Rea, la Kawasaki ha abbandonato la lotta in testa mentre Lowes ha migliorato il ritmo del suo compagno di squadra dal quarto posto. La Yamaha ha tagliato il traguardo con appena un decimo in mano per la sua seconda vittoria del weekend.

Rinaldi è tornato a casa quinto da Bassani e Locatelli con van der Mark che è avanzato all’ottavo posto nel giro finale. Baz ha completato l’importantissima posizione in griglia decidendo sulla BMW Bonovo.

Per essere sempre aggiornato sulle nostre news metti il tuo like ai profili Facebook, Twitter e Linkedin di GIORNALEMOTORI
Vuoi entrare nella nostra redazione? Scrivici a redazione@giornalemotori.com