Pubblicità

Charles Leclerc ha superato Valtteri Bottas nelle seconde prove libere al Gran Premio degli Stati Uniti mentre i team di F1 hanno condotto un test alla cieca per gli pneumatici Pirelli 2023. 

Il pilota della Ferrari Leclerc ha superato la classifica dei tempi davanti all’Alfa Romeo di Bottas di 0,715, con Daniel Ricciardo un ulteriore decimo dietro al terzo posto per la McLaren dopo un’ora e mezza di corsa venerdì pomeriggio ad Austin. 

Le FP2 sono state dedicate alla prova di due diversi tipi di mescole Pirelli non contrassegnate per la prossima stagione, con corse sia brevi che lunghe. Le squadre non sono state informate di quali pneumatici sarebbero stati forniti per la sessione. 

I piloti che hanno saltato le prove di apertura al COTA mentre i debuttanti hanno preso parte alle FP1 hanno potuto svolgere il proprio programma prima di riprendere i test con il resto del gruppo. 

Leclerc, Bottas e Ricciardo erano tutti con pneumatici non prototipo quando hanno stabilito i loro tempi più veloci. 

Il test Pirelli doveva originariamente svolgersi al Gran Premio del Giappone, ma la pioggia battente a Suzuka durante le prove libere del venerdì ha costretto il rinvio a questo fine settimana. 

Il pilota delle FP1 Carlos Sainz chiude quarto per la Ferrari, 1,4 secondi più lento del suo compagno di squadra e oltre un secondo di vantaggio sulla Haas di Mick Schumacher al quinto posto. 

Lando Norris ha ottenuto il sesto posto per la McLaren, battendo il neoincoronato campione del mondo Max Verstappen per soli 0,028 secondi. 

A soli 0,123 secondi da Verstappen c’era Lewis Hamilton della Mercedes , che ha chiuso all’ottavo posto a 2,888 dal ritmo. 

Hamilton ha avuto un breve spavento quando è andato largo alla curva 19 e ha colpito duramente il cordolo, ma è riuscito a evitare ulteriori drammi. 

Tuttavia, il sette volte iridato è riuscito a infastidire Fernando Alonso quando ha bloccato il suo vecchio rivale per il titolo nell’ultimo settore all’inizio della sessione. 

“Hamilton non ha specchi oggi. Incredibile», si lamentò il pilota alpino. 

Pierre Gasly e Sergio Perez hanno completato l’ordine dei primi 10 rispettivamente per AlphaTauri e Red Bull. 

Per essere sempre aggiornato sulle nostre news metti il tuo like ai profili Facebook, Twitter e Linkedin di GIORNALEMOTORI
Vuoi entrare nella nostra redazione? Scrivici a redazione@giornalemotori.com