Pubblicità

Max Verstappen della Red Bull è stato il pilota più veloce delle FP3 del Gran Premio degli Stati Uniti, finendo comodamente davanti alla coppia Ferrari Charles Leclerc e Carlos Sainz.

Su un circuito caldo ma ventoso delle Americhe, Verstappen si è ripreso da un errore all’inizio della sua simulazione di qualifica con la gomma morbida per girare in 1m 35.825, circa tre decimi più veloce di Leclerc.

Sainz era un decimo più indietro al terzo posto, con Sergio Perez a mezzo secondo dal ritmo sull’altra Red Bull, mentre si prepara a perdere cinque posizioni in griglia a causa di un cambio di motore.

Tempi sul giro a parte, le FP3 sono servite come un’uscita di routine tanto necessaria dopo che diversi piloti hanno saltato le prove di apertura per concedere ai debuttanti un po’ di tempo in pista in F1 e la seconda sessione di venerdì si è concentrata sui test dei pneumatici prototipo 2023 per Pirelli.

Dietro i primi quattro, Lewis Hamilton è stato il ‘migliore degli altri’ per la Mercedes, a soli 0.004 secondi da Perez, mentre Fernando Alonso ha diviso le due Mercedes mettendo la sua Alpine davanti a George Russell.

L’Aston Martin ha goduto di un’altra sessione incoraggiante, con Sebastian Vettel e Lance Stroll rispettivamente in ottava e nona posizione, con Pierre Gasly che ha completato le prime 10 posizioni sulla sua AlphaTauri.

Valtteri Bottas e Lando Norris guidavano la classifica dei rispettivi team Alfa Romeo e McLaren, seguiti dall’altra Alpine di Esteban Ocon e dalla Haas di Kevin Magnussen.

Daniel Ricciardo (McLaren) si è lamentato di problemi ai freni a metà sessione e ha chiuso con il 15° posto, davanti a Yuki Tsunoda (AlphaTauri) e alla coppia Williams Alex Albon e Nicholas Latifi.

Problemi tecnici per il pilota Haas Mick Schumacher (pompa dell’acqua ERS) e Zhou Guanyu dell’Alfa Romeo (ancora da definire) hanno visto la coppia portarsi in fondo al gruppo.

Per essere sempre aggiornato sulle nostre news metti il tuo like ai profili Facebook, Twitter e Linkedin di GIORNALEMOTORI
Vuoi entrare nella nostra redazione? Scrivici a redazione@giornalemotori.com