Pubblicità

Fernando Alonso è passato dalla settima al la quindicesima posizione nella classifica del Gran Premio degli Stati Uniti 2022, a seguito di una protesta contro la sua vettura da parte della Haas.

Alonso è stato coinvolto in un drammatico incidente con Lance Stroll sul rettilineo del Circuit of The Americas, con lo spagnolo che è uscito in volo dopo essere entrato in contatto con la parte posteriore dell’Aston Martin di Stroll prima di proseguire miracolosamente.

Non è andato tutto bene con lo specchietto destro di Alonso, però, che ha tremato violentemente prima di staccarsi, mentre il due volte iridato stava rimontando per prendere la settima posizione al traguardo.

Tuttavia, una protesta di domenica sera da parte di Haas contro l’auto di Alonso e quella di Sergio Perez della Red Bull, che ha subito un danno alla paratia laterale dell’ala anteriore all’inizio della gara, è stata ritenuta ammissibile dagli steward.

E mentre gli steward hanno deciso di non agire nel caso dell’auto di Perez, l’Alpine A522 di Alonso ha corso in condizioni non sicure dopo l’incidente, ricevendo una penalità di 30 secondi dopo la gara inflitta allo spagnolo, facendolo scendere al quindicesimo posto.

Scrivendo nel loro verdetto, gli steward hanno notato di essere “profondamente preoccupati per il fatto che all’auto 14 non fosse stata data la bandiera nera e arancione.

“Nonostante quanto sopra, l’articolo 3.2 del regolamento sportivo di Formula 1 è chiaro: un’auto deve essere in condizioni di sicurezza per tutta la gara e, in questo caso, l’auto 14 non lo era. Questa è una responsabilità dell’Alpine Team”.

Anche le argomentazioni di Alpine secondo cui danni simili alle auto di Lewis Hamilton e Charles Leclerc al Gran Premio del Giappone 2019 non avevano ricevuto alcun avviso sono state considerate irrilevanti.

Gli steward hanno anche notato che Haas “aveva ricevuto la bandiera nera e arancione in tre occasioni quest’anno per situazioni in cui la sua auto era in condizioni non sicure” – la più recente di quelle occasioni è arrivata al Gran Premio di Singapore.

Alpine, nel frattempo, ha deciso di protestare contro il verdetto, dicendo: “Il team BWT Alpine F1 è deluso di aver ricevuto una penalità sul tempo post-gara per l’auto n. 14 dal Gran Premio degli Stati Uniti di oggi, il che sfortunatamente significa che Fernando si sposta fuori dalle posizioni a punti .

“Il team ha agito in modo equo e ha ritenuto che la vettura fosse strutturalmente sicura a seguito dell’incidente di Fernando con Lance Stroll al giro 22 della gara con lo specchietto retrovisore destro che si è staccato dal telaio a causa dei danni causati dall’incidente.”

“La FIA ha il diritto di segnalare durante la gara se un’auto è ritenuta non sicura e, in questa occasione, ha valutato l’auto e ha deciso di non sventolare la bandiera. Inoltre, dopo la gara, il delegato tecnico della FIA ha ritenuto la vettura legale.”

“La squadra ritiene inoltre che a causa della protesta depositata 24 minuti dopo il termine indicato, non avrebbe dovuto essere accolta e quindi la penalità dovrebbe essere considerata nulla. Di conseguenza, il team ha protestato contro l’ammissibilità della protesta originale del team Haas F1″.

Per essere sempre aggiornato sulle nostre news metti il tuo like ai profili Facebook, Twitter e Linkedin di GIORNALEMOTORI
Vuoi entrare nella nostra redazione? Scrivici a redazione@giornalemotori.com