Pubblicità

Stefano Domenicali è a Barranquilla. Il presidente della Formula 1 è arrivato a bordo di un aereo privato intorno alle 4:25 del pomeriggio all’aeroporto Ernesto Cortissoz e ha visitato il lungomare della città con il sindaco Jaime Pumarejo. Da diversi giorni si speculava sull’arrivo dell’italiano nel Paese.

El Heraldo ha svelato che insieme a Domenicali sono arrivati ​​anche Luis García Abad, manager della competizione in Messico, e alcuni promotori della competizione.

“Continuiamo a sognare in grande e stiamo lavorando”, ha assicurato il massimo rappresentante dei Barranquilleros a metà del percorso fatto con Domenicali attraverso vari punti della città.

L’incontro avvenuto tra il sindaco e il direttore italiano si è svolto nel Padiglione di Vetro del Gran Malecón a Barranquilla . “Sta andando bene”, ha risposto Pumarejo qualche settimana fa alla domanda sulle procedure che vengono eseguite per avere la Formula 1 in Colombia.

“Gran Premio dei Caraibi”

Questo sarebbe il nome della gara di Barranquilla, come ha affermato il sindaco Jaime Pumarejo lo scorso settembre. “Le trattative stanno proseguendo in maniera favorevole, ma c’è ancora molto da fare. È un progetto finanziariamente sostenibile che porta investimenti alla città poiché è promosso dal settore privato”, ha affermato all’epoca.

La Formula 1 nel nostro Paese si svolgerà nel 2024 o nel 2025, secondo le parole di Pumarejo. Inoltre, la città prevede che ci saranno 120.000 spettatori al giorno quando la competizione si concretizzerà ufficialmente.

La Colombia sarebbe il secondo paese del Sud America ad avere la F1

Il Gran Premio del Brasile è l’unico, ad oggi, a correre in Sud America. Il circuito di Interlagos si svolgerà dall’11 al 13 novembre ed è lungo 4.309 metri.

Max Verstappen guida la classifica con 416 punti, seguito dal messicano Sergio Pérez con 280 punti e terzo Charles Leclerc con 275 punti. Dopo il GP del Brasile, la competizione di Abu Dhabi si svolgerà dal 18 al 20 novembre per concludere così la stagione 2022.

Per essere sempre aggiornato sulle nostre news metti il tuo like ai profili Facebook, Twitter e Linkedin di GIORNALEMOTORI
Vuoi entrare nella nostra redazione? Scrivici a redazione@giornalemotori.com

0 0 votes
Article Rating
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments