Pubblicità

Augusto Fernández è campione del mondo Moto2. Ha dovuto soffrire molto durante i primi otto giri del GP di Valencia, ma un’altra caduta di Ogura gli ha reso più facile vincere il titolo.

Lo spagnolo è arrivato alla gara decisiva con 9,5 punti di vantaggio sul giapponese, e gli sarebbe bastato un terzo posto in caso di vittoria del rivale per chiudere il titolo. Le prove erano state buone per il pilota della Red Bull KTM Ajo, scattato dalla terza posizione mentre il pilota dell’IDEMITSU Honda Team Asia era quinto, ma all’inizio le cose hanno iniziato a complicarsi…

Allo spegnimento del semaforo rosso, il poleman Alonso López ha mantenuto la prima posizione davanti ad Acosta e Arbolino, che ha superato Augusto al via assieme ad Ogura. E prima di completare il primo giro è passato davanti anche Aldeguer, e Fernandez era sesto e alle sue spalle Chantra, compagno di Ogura.

È stata una brutta situazione dopo il primo giro, che è peggiorata ancora quando Alonso è impazzito, ha toccato Acosta e ha reso più facile per Arbolino e Ogura salire nelle prime due posizioni. Ad un certo punto della gara, i due erano separati da solamente mezzo punto in favore dello spagnolo.

All’ottavo giro Fernandez si trovava in un comodo quarto posto a 2,5 punti sopra Ogura in classifica generale con il giapponese secondo, ma con il pericolo che un passo in più dell’asiatico cambiasse l’ordine del generale. Ogura stava per superare Arbolino prima di subire il crollo più doloroso della sua vita, alla curva 8, quello che lo separò definitivamente dal titolo e spalancò le porte della gloria ad Augusto Fernández.

A 18 giri dalla fine è iniziata una nuova gara, ed è qui che è emersa la figura di Acosta per ottenere la sua terza vittoria nell’anno del suo debutto in Moto2 (Mugello, Alcañiz e Cheste). Augusto, dal canto suo, ha superato anche Arbolino ed è andato al seguito del compagno di squadra della Red Bull KTM Ajo, ma senza litigare con lui. Il titolo era già suo.

A completare il podio Arbolino, che ha perso la lotta per il terzo posto in classifica generale con Canet, nonostante il valenciano fosse un altro di quelli caduti a terra, quando era quarto, alla curva 5. Al quarto posto si porta Aldeguer, che ha tagliato il traguardo davanti ad Arenas e ManuGass, con cui cinque spagnoli hanno chiuso tra i primi sei. Ed Alcoba è entrato nella top ten con un ottavo posto ottenuto nonostante abbia dovuto fare una penalità sul giro lungo, per aver sparato a Pasini. Quanto a Borja Gómez, in zona punti con il dodicesimo posto prima di diventare un appuntamento fisso in griglia il prossimo anno, con Fantic.

RISULTATI GRAN PREMIO VALENCIA MOTO2 2022

Per essere sempre aggiornato sulle nostre news metti il tuo like ai profili Facebook, Twitter e Linkedin di GIORNALEMOTORI
Vuoi entrare nella nostra redazione? Scrivici a redazione@giornalemotori.com

0 0 votes
Article Rating
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments