Pubblicità

Toprak Razgatlioglu ha ottenuto la sua dodicesima vittoria nel WorldSBK del 2022 aggudicandosi la gara di sabato in Indonesia, a Mandalika.

Alvaro Bautista della Ducati di Aruba.it e Jonathan Rea della Kawasaki hanno completato i festeggiamenti sul podio, nonostante il terzo posto del nordirlandese lo abbia escluso dalla sfida per il titolo per il resto della stagione.

La 900esima gara Superbike del campionato si è disputata sul Circuito Mandalika di Lombok con il detentore del record sul giro Razgatlioglu in testa alla griglia con il compagno di squadra Andrea Locatelli al terzo posto. Rea ha diviso il duo Pata Yamaha in prima fila con il suo compagno di squadra Alex Lowes appena dietro al quarto posto mentre il leader del campionato Bautista scatta dalla quinta posizione.

Le luci si spengono per i 21 giri previsti ed è stato Razgatlioglu a prendere il comando davanti a Locatelli con Bautista che sale rapidamente al terzo posto. Lowes ha seguito il compagno di squadra Rea per il quinto posto prima di girare largo alla seconda curva, scivolando al nono posto.

Axel Bassani ha sfruttato la sfortuna del britannico portandosi al quinto posto, Rea ha superato la Ducati Aruba per il terzo posto con Xavi Vierge della Honda e Michael van der Mark della BMW in lotta per il sesto posto al secondo giro.

Rea è salito al secondo posto durante il secondo giro, Scott Redding è caduto in fondo al gruppo insieme al collega BMW Eugene Laverty con Kyle Smith che ha diviso la coppia sulla Pedercini Kawasaki.

Bautista è salito al terzo posto mentre la gara ha iniziato a stabilizzarsi. Locatelli ha un vantaggio di 1,5 secondi sulla coppia in battaglia di Bassani e van der Mark, allo stesso modo Vierge si difende da Lowes mentre Michael Rinaldi di Ducati Aruba e Garrett Gerloff di GRT Yamaha hanno completato la top ten dopo i primi cinque giri.

Razgatlioglu ha stabilito un record sul giro di gara di 1’32.886 mentre è in testa alla gara con Rea dietro, ad un secondo dal turco, ma incalzato da Bautista per la lotta al secondo posto. La Ducati dello spagnolo ben presto si porta davanti alla “verdona” del suo rivale quando mancano 13 giri alla fine.

Due terzi della gara completati e Locatelli è dietro al podio di oltre sei secondi. Ma ha Rinaldi subito dietro a lui e il pilota Ducati passa presto all’assalto guadagnando la quarta posizione. Ma a quattro giri dalla fine, Rinaldi va largo e apre la porta della quarta posizione a Locatelli.

Razgatlioglu taglia il traguardo con quattro secondi di vantaggio su Bautista con Rea terzo. Giù dal podio Locatelli davanti a Rinaldi e Vierge nei primi sei. Gerloff, Bassani, Lowes e Loris Baz hanno completato i primi dieci mentre Fores, Redding, Hafizh Syahrin di MIE Honda, Laverty e Kohta Nozane di GRT hanno ottenuto i punti finali con Oliver Konig l’ultimo dei finalisti sulla Kawasaki Orelac.

RISULTATI GARA 1

Per essere sempre aggiornato sulle nostre news metti il tuo like ai profili Facebook, Twitter e Linkedin di GIORNALEMOTORI
Vuoi entrare nella nostra redazione? Scrivici a redazione@giornalemotori.com