Pubblicità

Toprak Razgatlioglu ha completato la sua seconda tripletta stagionale nel WorldSBK dopo aver vinto Gara 2 a Mandalika, ma Alvaro Bautista è diventato il nuovo campione del mondo dopo essere arrivato secondo. 

Partito dalla pole per la terza volta questo fine settimana, Razgatlioglu ha fatto un’ottima partenza guidando alla prima curva. 

Tuttavia, il vantaggio è passato di mano solo in una curva dopo quando Jonathan Rea è andato all’interno di Razgatlioglu. 

Dopo aver superato Andrea Locatelli per la terza posizione, Bautista ha restituito la posizione al pilota Yamaha dopo essere andato largo alla curva due. 

Quando il quartetto di testa ha abbassato il ritmo, Axel Bassani ha iniziato ad avvicinarsi dopo aver segnato il giro più veloce della gara al quarto giro. 

Quarto giro – dividendo ancora una volta i due piloti Yamaha, Bautista ha effettuato il suo sorpasso preferito alla curva 15 su Locatelli, poi subito superato da Bassani. 

Razgatlioglu ha poi ripreso il comando al quinto giro dopo aver fatto un sorpasso alla curva dieci. 

Desideroso di non far scappare il rivale, Bautista si è unito a Razgatlioglu per precedere Rea dopo che un errore del pilota Kawasaki ha aperto la porta.

I problemi di Rea sono poi peggiorati quando Bassani ha approfittato del sei volte iridato Superbike che sembrava in difficoltà per il grip. 

Quando Rea ha recuperato il terzo posto da Bassani con un sorpasso alla curva 12, Kohta Nozane è diventato il primo pilota a cadere dopo essere caduto alla curva 11. 

Sembrando essere più veloce del leader, Bautista ha visto la sua opportunità di vincere la gara ed è andato in testa alla prima curva.

Razgatlioglu ha risposto alla curva dieci prima che il pilota Ducati effettuasse tre sorpassi in un giro. 

Razgatlioglu ha poi ripreso il comando con una mossa molto coraggiosa in frenata alla curva dieci, e la battaglia tra i due ha permesso a Rea di avvicinarsi e di fare una lotta a tre. 

Affermando ancora una volta il suo dominio, Razgatlioglu ha poi fatto segnare il giro più veloce della gara al giro 17 guadagnando sei decimi al giro successivo quando ha stabilito nuovamente il record della pista.

il turco taglia il traguardo in prima posizione davanti a Bautista su Ducati e Rea su Kawasaki mentre ai margini del podio troviamo due nostri piloti italiani Andrea Locatelli e Axel Bassani.

Con la seconda posizione Bautista si laurea campione del mondo Superbike 2022.

Per essere sempre aggiornato sulle nostre news metti il tuo like ai profili Facebook, Twitter e Linkedin di GIORNALEMOTORI
Vuoi entrare nella nostra redazione? Scrivici a redazione@giornalemotori.com