Pubblicità

Alvaro Bautista ha fatto una doppietta domenica a Phillip Island vincendo anche Gara 2 davanti al rivale Jonathan Rea. Una doppia caduta si è verificata nel primo giro quando sia Garrett Gerloff che Xavi Vierge sono caduti allo stesso modo alla seconda curva. Entrambi i piloti sono rimasti intrappolati nel mezzo del gruppo prima di andare sull’erba e cadere prima di raggiungere la ghiaia.

    Davanti Rea ha preso il comando allontanandosi da Bautista alla curva quattro mentre un velocissimo Scott Redding si è portato in seconda posizione. Bautista scivola al quarto posto dopo che Alex Lowes compie ulteriori sorpassi dopo le prime manovre su Andrea Locatelli e Toprak Razgatlioglu . 

    Quando Redding ha iniziato a trovare il ritmo di Rea troppo alto per essere emulato, Bautista, Razgatlioglu e Lowes hanno effettuato veloci sorpassi sul pilota BMW. Bautista supera Rea quando il pilota della Ducati sigla il giro più veloce della gara al settimo giro, sorpassando il pilota della Kawasaki per il comando. 

    Con l’aumentare del ritmo, Rea e Razgatlioglu hanno risposto ai tempi di Bautista, anche se superare lo spagnolo si è rivelato difficile. Gli errori alla fine del 10° giro e delll’11° giro hanno permesso a Rea di avvicinarsi a Bautista, con Razgatlioglu e Lowes che si sono messi in lizza per la vittoria.

    Un’impennata all’uscita della curva cinque ha visto Rea riavvicinarsi ancora di più alla Ducati prima che il sei volte campione del mondo commettesse un errore in uscita di curva. Mentre i piloti superavano la distanza di metà gara, Lowes era il pilota in carica mentre Razgatlioglu era il più lento del quartetto di testa. 

    La lotta per la vittoria si è ristretta a Bautista e Rea al 13° giro, quando Razgatlioglu vede il distacco salire di oltre un secondo dai due battistrada

    Fondamentale per i suoi tentativi di riavvicinarsi al duo di testa, Lowes è riuscito a portarsi al terzo posto ad otto giri dalla fine, anche se il distacco per con Bautista e Rea era ampio. Oltre sei decimi era il margine tra Bautista e Rea a sei giri dalla fine, il massimo per molti giri, ma Rea si è riorganizzato nel giro successivo per ridurre il distacco a due decimi. 

    Proprio mentre la battaglia per la vittoria si stava infiammando, una caduta di Eugene Laverty fa esporre la bandiera rossache a soli cinque giri dalla fine assicura la vittoria per il campione del WorldSBK Bautista, con Rea e Lowes sul podio.

    RISULTATI GARA 2 GRAN PREMIO AUSTRALIA WORLDSBK 2022

    Per essere sempre aggiornato sulle nostre news metti il tuo like ai profili Facebook, Twitter e Linkedin di GIORNALEMOTORI
    Vuoi entrare nella nostra redazione? Scrivici a redazione@giornalemotori.com