Il presidente della FIA avverte: le violenze sui social media danneggiano lo sport irreparabilmente

Il presidente della FIA Mohammed Ben Sulayem ha avvertito che l’uso sconsiderato dei social media all’interno della F1 potrebbe causare danni “irreparabili”.

Ci sono stati alcuni episodi durante la stagione 2022 che hanno coinvolto diversi piloti, individui e team in tutto il paddock, nonché steward.

Uno di questi casi riguardava le pesanti critiche dirette al commissario FIA Silvia Bellot all’indomani della penalità di 30 secondi inflitta a Fernando Alonso dopo il Gran Premio degli Stati Uniti che è stata successivamente ritirata a seguito di un appello di Alpine .

Alonso si è espresso per condannare le pesanti critiche nei confronti di Bellot, definendolo un “comportamento odioso”.

Ben Sulayem ha ribadito di essere determinato a combattere qualsiasi episodio come questo.

Ben Sulayem preoccupato per le violenze sui social media

Parlando alla FIA e alla FIM Women in Motorsports Conference, il presidente ha espresso le sue preoccupazioni per gli abusi sui social media.

Lo combatterò e lo combatterò con tutto il potere che ho“, ha detto ai media durante l’evento.

“Stiamo ricevendo il supporto. Uno dei nostri steward dalla Spagna ha subito delle violenze sui social media e questo non può essere accettato.

“Se permettiamo che ciò accada, è solo una questione di tempo fino a quando il danno al nostro sport sarà irreparabile”.

Ben Sulayem ha anche fatto riferimento all’uso della nuova tecnologia AI da parte della FIA nel tentativo di contrastare l’abuso dei social media in tutte le categorie, con un processo insieme a Mercedes, Red Bull e Alpine che ha mostrato risultati positivi.

Le molestie non saranno tollerate, avverte Ben Sulayem

Ben Sulayem ha inoltre chiarito che non tollererà alcun tipo di molestia in nessuna categoria.

“Non si scherza con questo . Se hai dimostrato di aver commesso molestie, sei fuori”, ha spiegato.