La Ferrari impedisce a Mattia Binotto di cambiare squadra di F1 fino al 2024

La Ferrari ha dato all’ex capo squadra Mattia Binotto un compenso finanziario aggiuntivo per assicurarsi che non si trasferisca in una squadra rivale di F1 fino al 2024.

Secondo un rapporto di  formu1a.uno , l’aumento del pacchetto finanziario della Ferrari significherà che il congedo di Binotto sarà di 12 mesi, anziché sei.

Questo è significativo perché se fossero solo sei, l’italiano sarebbe libero di unirsi a qualsiasi squadra già da luglio, invece dovrà aspettare fino al 2024.

Binotto ha annunciato che avrebbe lasciato la Ferrari alla fine di novembre, ponendo fine al suo periodo di quattro anni come capo squadra.

La notizia non è stata una sorpresa con le voci sul suo futuro che sono emerse nelle ultime gare della stagione mentre la stagione della Ferrari continuava a deludere in pista.

Binotto è stato sostituito dall’amministratore delegato e team principal dell’Alfa Romeo Frederic Vasseur, che ha iniziato a lavorare a Maranello lunedì 9 gennaio.

Non è chiaro dove andrà a finire Binotto, con Toto Wolff della Mercedes che ha già escluso un passaggio a Brackley o Brixworth. 

La vasta esperienza di Binotto nel reparto motori della Ferrari potrebbe attrarre sia la Red Bull che l’Audi, mentre la partenza di Ross Brawn potrebbe significare che la F1 ha bisogno di un paio di mani esperte per guidare il proprio team di gestione.

    Mentre la Ferrari ha sopportato una stagione deludente nel 2022, la loro auto è stata il punto di riferimento per gran parte della stagione, con Binotto direttamente responsabile della sua creazione.

    L’italiano sarà una grande risorsa per qualsiasi squadra di F1, non necessariamente come team principal, ma dovremo aspettare fino alla fine del 2023 per sapere il futuro di Binotto in F1.