La Red Bull ha licenziato 154 dipendenti a causa delle regole del budget cap

La Red Bull avrà meno personale rispetto alla Mercedes dopo che, secondo quanto riferito, ha effettuato dei licenziamenti a causa del limite di costo della F1 da quando è stato introdotto.

La squadra guidata da Christian Horner è stata al centro del primo scandalo dll’introduzione dei limiti di budget quando, l’anno scorso, è stata giudicata colpevole dalla FIA di aver violato il tetto massimo di spesa del 2021 ed è stata multata.

Le difficoltà per i team nel rispettare le nuove regole sono state messe a nudo da un rapporto di Motorsport-Total.com secondo cui 154 persone sono state licenziate da Red Bull Racing e Red Bull Technologies tra il 2020 e il 2021. Non tutti hanno necessariamente lavorato per conto della squadra di F1 .

La ristrutturazione della Mercedes è costata solo il lavoro a 59 persone. Alla Mercedes sono rimasti 300 dipendenti in più rispetto alla Red Bull, perché secondo quanto riferito sono pagati mediamente meno.

Un dipendente Red Bull è stato pagato in media 173.000 dollari nel 2021, mentre un dipendente Mercedes è stato pagato in media 133.000.

Qual è il budget cap nel 2023?

I team di F1 possono spendere 135 milioni di dollari nella prossima stagione, una riduzione di 5 milioni di dollari dal 2022.

I tre dipendenti con i guadagni più alti di ogni squadra non sono inclusi nel budget così come sono esclusi gli stipendi dei piloti di F1 .

La sanzione imposta per aver infranto il tetto dei costi del 2021 è stata una multa di 7 milioni di dollari più una riduzione del 10% dei tempi di test aerodinamici per il 2023. Red Bull ha “interpretato in modo errato” 13 aree, compresa la ristorazione del personale.