La F1 dovrà tenere una riunione per riordinare i regolamenti delle power unit 2026

L’ufficiale tecnico capo della F1, Pat Symonds, ha rivelato che si svolgerà un incontro chiave alla fine di questo mese per finalizzare i regolamenti della power unit 2026.  

Lo scorso agosto, l’organo di governo della FIA ha approvato il nuovo ciclo di motori di F1 che saranno caratterizzati da una maggiore potenza elettrica e carburanti sostenibili al 100% quando saranno introdotti nel 2026.

L’Audi ha già annunciato un ingresso come fornitore di motori e il marchio gemello del Gruppo Volkswagen, Porsche, rimane interessato a realizzare un propulsore per la F1. Nel frattempo, il Gruppo Andretti ha recentemente dichiarato la propria intenzione di unirsi alla griglia di F1 insieme a General Motors attraverso il loro marchio di lusso Cadillac. 

Sebbene i regolamenti della power unit siano già stati pubblicati, a fine gennaio è prevista una riunione che coinvolgerà le parti interessate della F1 e i 10 team esistenti per chiarire i restanti dettagli. 

“I regolamenti delle power unit sono stati pubblicati ma non sono finiti, ora dobbiamo riordinarli”, ha detto Symonds. 

“Il regolamento del telaio su cui stiamo lavorando da un po’, da circa un paio d’anni su alcuni layout di base, ma il 25 gennaio abbiamo un grande incontro a Ginevra con tutti i team, e questo è la prima vera interazione in cui ci sediamo con i team e illustriamo i progetti che vogliamo portare nel 2026 e iniziamo a conoscere le loro opinioni su questo.”

Symonds ha sottolineato che uno degli obiettivi chiave dell’imminente revisione del regolamento sulle unità di potenza è quello di aiutare a livellare le prestazioni per i nuovi arrivati. 

“Abbiamo fissato molti obiettivi di alto livello con i nuovi regolamenti e uno di questi per il propulsore del ’26 era quello di livellare le prestazioni per i nuovi arrivati”, ha affermato.

“La combustione su un attuale motore di Formula 1 è molto, molto diversa da quella che definirei convenzionale. È dannatamente quasi un diesel che funziona a benzina. È una combustione molto complessa.”

“Quindi volevamo livellare un po’ il campo di gioco, perché convincere persone come Audi e Porsche, Cadillac ad entrare in F1 non è stato semplice, e ce ne sono altre che non nominerò che vorrebbero entrare e questo non sarebbe una brutta cosa. Sarebbe bello avere quei nomi in Formula 1.”