Lotus: Eletre, il SUV ad alte prestazioni.

L’Eletre è l’ultima Lotus il cui nome inizia con la lettera Em il cui significato “Coming to Life”, segna l’inizio di un nuovo capitolo nella storia di Lotus. Si tratta di fatti del primo veicolo elettrico accessibile e il primo SUV.

Fin dall’accesso con chiave o da app per smartphone la vettura accoglie con le luci esterne che scorrono creando una firma luminosa e attivando la griglia anteriore che si attiva. Un esperienza visiva di accoglienza che si ripete all’interno quando la porta si chiude.

La Eletre nasce come progetto condiviso da due strutture: Un centro di ricerca e sviluppo Lotus in Cina che utilizza le tecnologie intelligenti e le competenze digitali leader del mercato con un nuovissimo stato dell’arte centro manifatturiero. Il secondo è il team del Lotus Tech Innovation Center (LTIC) di Raunheim, in Germania per l’integrazione dei componenti, lo sviluppo su test di durata, fino alla certificazione e all’omologazione. Infine un team di ingegneri di Göteborg, in Svezia, che hanno lavorato sui sistemi di gestione dei veicoli elettrici dell’auto.

Design esterno: audace e drammatico

Il design è audace con la posizione dell’abitacolo avanzato, passo lungo e sbalzi molto corti. L’assenza di un motore endotermico ha consentito di avere un muso corto con una leggerezza visiva dell’auto che crea l’impressione di sportività di alto livello diverso da solito SUV.

La cura aerodinamica frutta al massimo il flusso aria che scorre sia sopra, attraverso, che sotto l’auto. L’aria viene incanalata nella parte inferiore dell’auto, emergendo attraverso due prese d’aria sul cofano. Altre aperture sono ricavate ai lati dei passaruota anteriori, dietro le ruote posteriori e persino nella parte superiore del montante D per migliorare l’efficienza. Un concetto indispensabile per aumentare l’autonomia di percorrenza.

I gruppi ottici sottili ospitano le luci diurne e gli indicatori di direzione dinamici con tecnologia Matrix Led. La griglia anteriore attiva è composta da una serie di petali triangolari interconnessi che dominano la sezione centrale. Questi rimangono chiusi quando l’auto è ferma aprendosi, secondo uno schema distintivo, per immettere aria nel radiatore. Questa soluzione consente il raffreddamento dei motori elettrici, del pacco batterie ed i freni anteriori. Il sensore LIDAR è montato nella parte superiore del parabrezza. I componenti della carrozzeria sono rifiniti in fibra di carbonio con i pannelli della carrozzeria in alluminio.

Lo specchietto retrovisore è sostituito da un display che ospita tre diverse telecamere: una per lo specchietto retrovisore, una seconda per aiutare a creare una vista a 360 gradi dell’auto facilitando il parcheggio e un terzo che fa parte del sistema ADAS per la guida semi-autonoma. I cerchi in lega a cinque razze da 23 pollici hanno inserti in fibra di carbonio per favorire il flusso d’aria con l’impianto frenante in carbo-ceramica con pinza a 10 pistoncini.

Il posteriore mostra una linea luminosa per tutta la larghezza che include un indicatore di direzione scorrevole da un estremità all’altra ed una firma luminosa unica e distinguibile. Lo spoiler, a sbalzo in fibra di carbonio, è ispirato al motorsport. Sul portellone è attiva una seconda appendice con tre angoli di incidenza a seconda della modalità di guida selezionata.

Interior design: un nuovo livello di premium per Lotus

L’Eletre ha interni con un design tecnico e orientato alle prestazioni con uno stile leggero utilizzando materiali di lusso. I sedili sono quattro in alternativa alla classica soluzione a cinque posti. Il tetto panoramico fisso in vetro aggiunge alla sensazione di luminosità e spazio all’interno.

Gli arredi utilizzano microfibre sintetiche di alta qualità e altamente resistenti completamente riciclabile.  È più leggero del 50% mentre gli inserti per plancia a porte sono in fibra di carbonio con un orientamento verso il guidatore. La strumentazione piccola e leggera riprende il design dello spoiler posteriore.

Nell’abitacolo di Eletre c’è molto spazio per riporre gli oggetti. La consolle centrale include un vano con ricarica wireless per telefoni cellulari, oltre a due porta-bicchieri che rimangono a filo ed un vano in grado di contenere una bottiglia da un litro. La parte posteriore ha spazio sia nelle portiere tra i due sedili con un monitor touch-screen da nove pollici per l’infotainment ed un elemento di ricarica wireless.

Infotainment e tecnologia: un’esperienza digitale di livello mondiale

Il sistema d’nfotainment stabilisce nuovi standard con un uso innovativo delle tecnologie di bordo con una connessione intuitiva. L’interfaccia uomo-macchina sfrutta il cambio di colore per comunicare con gli occupanti cambiando se riceve una telefonata o se la temperatura dell’abitacolo fino all’informazione sullo stato di carica della batteria del veicolo.

La strumentazione pur essendo compatta fornisce tutte le info necessarie per la gestione dell’auto e del sistema muldimediale. Al centro della plancia c’è il touch-screen OLED, un’interfaccia orizzontale da 15,1 pollici che si ripiega automaticamente quando non è necessario. Le informazioni possono essere mostrate anche con il display head-up con tecnologia di realtà aumentata. Ogni sistema di bordo ha un controllo digitale con alcuni duplicati con interruttori analogici oltre al controllo vocale avanzato.

Il volante sportivo incorpora i controlli per l’adaptive cruise control e il sistema di infotainment. Il sedile del conducente arretra per creare migliorare l’ingresso e l’uscita, tornando alla posizione memorizzata a porta chiusa.

 L’impianto audio è fornito dalla KEF Premium. E’ composto da 15 altoparlanti da 1.380 watt con Uni-QTM e tecnologia audio surround. In alternativa il KEF Reference, a 2,160-watt 23-speaker system con Uni-Q and 3D surround sound technology.

Il sistema LIDAR supporta la tecnologia di guida autonoma aggiornabile per ulteriori sviluppi tramite gli aggiornamenti del software OTA. Eletre è disponibile con l’Intelligent Adaptive Cruise Control (ACC); la mitigazione delle collisioni (CMSF); Informazioni sui segnali stradali (STI);  Avviso traffico trasversale e posteriore (RCTA); Front Cross Traffic Alert (FCTA); Assistenza al cambio di corsia (LCA); Rilevamento della presenza di bambini (CPD); Lane Keep Aid con Lane Departure Warning/Prevention (LKA+); Supporto per mitigazione collisione posteriore (CMSR).  Sui sedili posteriori esterni sono presenti punti di ancoraggio per seggiolini per bambini i-Size.

La tecnologia di connettività è compatibile compatibilità 5G e consente di usare le app per smartphone, aggiornamenti software OTA e la possibilità di acquistare nuove funzionalità tramite software non appena diventano disponibili. Un’app per smartphone includerà l’accesso alle funzioni dell’auto, allo stato della carica, servizi di geo-localizzazione

Una nuovissima piattaforma EV dedicata che offre prestazioni eccezionali

La Lotus Eletre utilizza una nuovissima piattaforma tecnica per veicoli elettrici a 800v con sistema di distribuzione dell’energia ad alta tensione integrato. Il telaio utilizza alluminio e acciaio ad alta resistenza per una rigidità strutturale ottimale. Il pacco batteria ed i motori elettrici sono vicini al suolo per avere un baricentro basso e mantenendo l’impegno di garantire prestazioni dinamiche eccezionali. L’elevata densità di energia del pacco batteria garantisce un equilibrio fondamentale tra prestazioni e autonomia.

Due i motori elettrici, uno per assale. Il sistema di azionamento, tre in uno, integra ciascun motore con un controller e un riduttore riducendo il peso e l’ingombro portando concetti tipici di Lotus anche nella produzione di veicoli elettrici.

Nonostante la Eletre sia un SUV e sia elettrica promette di conservare la dinamica e le prestazioni tipiche di Lotus.  Lo schema delle sospensioni prevede per l’asse posteriore un disegno a cinque bracci ed ammortizzatori pneumatici e controllo continuo dello smorzamento (CDC). Inoltre, la dinamica può contare sull’asse posteriore sterzante attivo, barra antirollio attiva e torque vectoring. Il driver può sfruttare quattro modalità di guida Range, Tour, Sport, Off-Road e Individual, per la taratura di sterzo, ammortizzatori, trasmissione.

Prezzi e specifiche

I prezzi partono da 95.990 con la dotazione che comprende sedili anteriori regolabili elettricamente in 12 posizioni, climatizzatore automatico a quattro zone. Le ruote sono da 22 pollici, sebbene siano disponibili 20 pollici e 23 pollici. Ci sono cinque diversi design delle ruote e sei colori della pinza del freno. Le tinte disponibili sono: Natron Red, Galloway Green, Stellar Black, Kaimu Grey, Blossom Grey e Solar Yellow. Sei gli abbinamento per gli interni unici con ecologica ed inodore. Inoltre, una nuova fibra artificiale è stata utilizzata nei tappetini e nel rivestimento del bagagliaio completamente riciclabile.

La Eletre S arriva a 120.990 euro ed aggiunge vetri oscurati, spoiler posteriore attivo, illuminazione ambientale configurabile, minigonne laterali illuminate, chiusura morbida delle porte, specchietti laterali con oscuramento automatico e un sistema di qualità dell’aria. Include anche un audio di riferimento KEF da 2.160 watt e 23 altoparlanti.

La Eletre R garantisce una velocità massima di 265 km/h e accelera da 0-100 km/h in soli 2,95 secondi ad un prezzo di 150.990 euro.

In collaborazione con Lotus Perangoli Firenze