BMW: L’M3 diventa Touring

La divisone M di BMW aggiunge una nuova variante di carrozzeria alla sua gamma di modelli ad alte prestazioni della classe media premium. La BMW M3 diventa Touring combinando sportività, carattere deciso e funzionalità. Sotto il cofano il classico sei cilindri con potenza da 510 CV con tecnologia M TwinPower Turbo abbinato al cambio M Steptronic a otto rapporti con Drivelogic oltre al sistema di trazione integrale M xDrive.

La BMW M3 Competition Touring è disponibile solo con trazione integrale M xDrive. Gli interni puntano sulla versatilità conservando un carattere deciso, migliorando la fruibilità delle altissime prestazioni anche nell’uso quotidiano. Il nuovo BMW iDrive con il Curved Display, aumenta il livello tecnologico con la connettività all’avanguardia.

Un veicolo unico dal design stravagante.

Il design originale degli esterni mette in risalto la differenziazione dal resto della gamma e una dinamicità unica anche rispetto alle rivali. I dettagli di stile specifici M tengono delle esigenze di carico aerodinamico. A dirla tutta la celta della griglia anteriore a sviluppo verticale non convince del tutto.

Ma elementi come le grandi prese d’aria laterali, i passaruota scolpiti e le minigonne laterali estese sono studiati in funzione delle altissime prestazioni della vettura. Elementi tipici delle SW come le barre sul tetto ed uno spoiler per il lunotto posteriore sono disponibili o in vernice nera a contrasto o con Pack M Carbon exterior.

Motore da sei cilindri in linea ad alte prestazioni.

Il noto sei cilindri in linea con tecnologia M TwinPower Turbo nella versione Competition eroga 510 CV e una coppia massima di 650 Nm. Contraddistinto da un’erogazione di potenza costante, sostenuta fino ad alti regimi, il sei cilindri in linea da 3,0 litri costituisce la base per la BMW M4 GT3 progettata per le gare di endurance. I sistema di raffreddamento e lubrificazione sono progettati per gestire forze dinamiche longitudinali e laterali specifiche per l’uso in pista. Inoltre, l’impianto di scarico è dotato di flap a controllo elettronico per generare una colonna sonora coinvolgente che arricchisce ancora di più l’esperienza di guida.

Il cambio M Steptronic a otto rapporti con Drivelogic offre tre programmi di gestione anche con comandi a palette sul volante. La potenza viene gestita dalla trazione integrale M xDrive con differenziale attivo M. La distribuzione della potenza su tutte e quattro le ruote ottimizza la trazione e l’agilità, mantenendo un alto livello di stabilità nei cambi di direzione. L’accelerazione da 0 a 100 km/h è di 3,6 secondi e da 0 a 200 km/h in 12,9 secondi. L’opzione M Driver’s Package aumenta la velocità massima limitata elettronicamente da 250 km/h a 280 km/h.

Il conducente può selezionare anche una modalità 4WD Sport per aumentare la trazione in modo controllato sull’asse posteriore. Per gli amanti del classico, disattivando il DSC (Dynamic Stability Control) la M3 Touring diventa una classica 2WD a pura trazione posteriore.

Equilibrio ideale tra prestazioni e comfort sulle lunghe distanze.

Il telaio gode di una messa a punto per la gestione ottimale di prestazioni e comfort. L’elevata rigidità torsionale della struttura della carrozzeria e dei supporti del telaio conferisce all’auto una dinamica e una precisione ulteriormente rafforzate da elementi specifici istallati nel sottoscocca e nel vano di carico.

La geometria della sospensione anteriore con doppio snodo e l’asse posteriore a cinque bracci hanno una cinematica e combinando leggerezza e rigidità elevata. Le sospensioni adattive M con ammortizzatori a controllo elettronico e sterzo M Servotronic a rapporto variabile sono di serie. L’impianto frenante integrato offre due impostazioni per la sensibilità del pedale. In alternativa è possibile ordinare i freni carboceramici. I cerchi in lega leggera M forgiati da 19 pollici (anteriori) e 20 pollici (posteriori) di serie e possono essere richiesti con pneumatici da pista in opzione.

Il sistema DSC sfrutta l’M Dynamic Mode e gestisce l’M Traction Control. Nella modalità 2WD il guidatore può regolare le soglie di intervento per la limitazione dello slittamento delle ruote in dieci fasi, per avvicinarsi in modo graduale ai limiti fisici per la gestione del traverso in modo facile ed intuitivo.

Sensazioni da gara nell’abitacolo, vano posteriore versatile.

Il BMW Curved Display sfrutta un gruppo di schermi completamente digitali. Il sistema si compone di un monitor display informativo da 12,3 pollici e da un display di controllo da 14,9 pollici. Il display informativo dietro il volante mostra tutte le informazioni per la guida con la grafica specifica M. Nella schermata possono essere visualizzati widget specifici con informazioni sull’assetto dell’auto e sulle condizioni degli pneumatici. Un BMW Head-Up Display con contenuti specifici M è disponibile come optional.

I sedili regolabili elettricamente in memory con riscaldamento e finiture in pelle Merino sono di serie. Mentre i sedili in M Carbon per il guidatore e il passeggero anteriore, offrono una simbiosi unica di sensazioni sportive, design leggero, lavorazione sontuosa e comfort per le lunghe distanze. L’uso di resina rinforzata con fibra di carbonio (CFRP) negli elementi strutturali del cuscino e dello schienale, insieme ai tagli nei rinforzi laterali e sotto i poggiatesta consentono un risparmio di 9,6 chilogrammi.

La zona posteriore è dotata di tre sedute con lo schienale che può essere suddiviso 40 : 20 : 40. Abbattendo le singole sezioni dei sedili o tutti contemporaneamente, è possibile ampliare la capacità di carico dell’auto da 500 litri a un massimo di 1.510 litri. Il portellone posteriore ad apertura automatica con il lunotto posteriore ad apertura separata. Un vano portaoggetti sotto il fondo del bagagliaio offre spazio per la copertura e la rete divisoria. Come optional è possibile ordinare delle guide antiscivolo che si sollevano automaticamente dal fondo del bagagliaio. Queste impediscono ai bagagli di scivolare in situazioni di guida sportiva.

Sistema di navigazione M Drive Professional e BMW Maps di serie.

Il climatizzatore automatico è a tre zone. IDi serie anche il BMW Live Cockpit Plus con navigazione BMW Maps, l’illuminazione ambientale, il sistema hi-fi e il pacchetto di specchietti retrovisori interni ed esterni. I clienti possono anche beneficiare di un’ampia scelta di sistemi di guida e parcheggio automatizzati. La dotazione comprende l’avviso di collisione anteriore, il display dei limiti di velocità, l’avviso di superamento della linea di carreggiata e il Park Distance Control. Tra le opzioni disponibili vi sono il Driving Assistant Professional con assistente allo sterzo e al controllo della corsia, l’Active Cruise Control con funzione Stop&Go, il rilevamento dei semafori e l’Active Navigation, oltre al Parking Assistant con assistente alla retromarcia.

Il pulsante M per la selezione del Setup: ROAD, SPORT e TRACK. Ognuna di esse consente di accedere direttamente alle impostazioni di motore, telaio, sterzo, impianto frenante e M xDrive. È possibile modificare e memorizzare le impostazioni secondo una propria modalità specifica. Oltre all’M Traction Control, l’M Drive Professional contiene anche l’M Drift Analyser e l’M Laptimer. Le impostazioni sono visibili anche attraverso l’Head-Up Display.

Il sistema BMW iDrive di ultima generazione è basato sul BMW Operating System 8 ed insieme al Intelligent Personal Assistant e al Curved Display, è stato progettato per offrire un’interazione intuitiva tra il guidatore e l’auto, utilizzando il linguaggio naturale insieme al controllo tattile. Il guidatore può personalizzare le funzioni attraverso il BMW ID e l’App My BMW, utilizzando la Personal eSIM. L’integrazione degli smartphone per l’utilizzo di CarPlay e Android Auto fa parte delle specifiche standard con l’antenna compatibile con il 5G garantisce una connettività ottimizzata. Il prezzo parte per la versione entry level a 114.000 euro franco concessionario.