Tatsuki Suzuki ha dominato sotto la pioggia per vincere il Gran Premio d’Argentina della Moto3.

Senza warm-up sul bagnato, la Moto3 ha affrontato la gara su una pista umida. Con il primo classificato Deniz Oncu che è caduto dopo alcuni giri, il pilota Leopard ha raccolto la sfida.

Suzuki ad un certo punto della gara era in vantaggio di oltre sette secondi mentre dietro di lui succedeva il caos, ma il pilota della Honda è rimasto freddo ed impassibile raccogliendo la sua terza vittoria, la prima dal round andaluso nel 2020 – in stile calmo.

Il distacco finale è stato di 4.571s da Diogo Moreira. Il pilota brasiliano si è fatto strada con cautela fino al secondo posto mentre Andrea Migno ha sfruttato al massimo la sua opportunità per mostrare perché merita un posto in Moto3 conquistando un terzo posto per il team CIP Green Power, rimanendo lontano dalle cadute del gruppo di testa.

Scott Ogden stava ottenendo un buon risultato ma gli è stato assegnato una penalità per un contatto con David Almansa ed il distacco in pista lo ha fatto scendere solo al quinto posto e questo ha portato Daniel Holgado al quarto posto con la Red Bull KTM Tech3.

Stefano Nepa (Angeluss MTA Team) guida il gruppo degli inseguitori mentre Kaito Toba è stato il prossimo a vedere la bandiera a scacchi in settima posizione per SIC58 Squadra Corse, tenendo a bada Xavier Artigas, che è scivolato sulla moto CFMoto Racing PruestelGP dopo essere scivolato via.

Ryuesi Yamanaka (Autosolar GasGas Aspar M3) è arrivato nono, con David Salvador che ha completato la top ten come miglior rookie nella seconda moto del team CIP Green Power nonostante abbia dovuto restituire una posizione per sorpasso sotto bandiere gialle.

Ayumu Sasaki, autore della pole di ieri, si era posto l’obiettivo di finire in condizioni difficili. Nella battaglia con Almansa, dopo essere stato superato, il suo sorpasso è stato giudicato troppo aggressivo e quando era in seconda posizione gli è stata annunciata la penalità. Il pilota giapponese si è staccato per perdere una posizione ed essere superato di nuovo dallo spagnolo ma il pilota Husqvarna è andato troppo vicino al limite, portandolo a un’uscita anticipata.

Questi sono i primi dieci alla fine della gara della classe cadetta:

1. Tatsuki Suzuki – (Leopard Racing)
2. Diogo Moreira – (MT Helmets – MSI) – + 4.571
3. 
Andrea Migno – (CIP Green Power) – + 4.699
4. 
Daniel Holgado – (Red Bull KTM Tech 3) –  + 8.814
5. 
Scott Ogden – (Visiontrack Racing Team) – + 11.512*
6. 
Stefano Nepa – (Angeluss MTA Team) – + 11.865
7. 
Kaito Toba – (SIC58 Squadra Corse) –+ 12.156
8. 
Xavier Artigas – (CFMoto Racing Pruestel GP) – + 12.467
9. 
Ryusei Yamanaka – (Autosolar GASGAS Aspar Team) –  + 12.844
10. 
David Salvador – (CIP Green Power) –  + 12.884
*Penalizzato di sei secondi

QUI LA CLASSIFICA COMPLETA