Tony Arbolino (Elf MarcVDS Racing Team) è il grande protagonista della gara della Moto2 valida per il Gran Premio d’Australia. A Phillip Island il pilota di Garbagnate Milanese vince con 15 secondi di margine. Si corre in condizioni davvero complicate, sul bagnato. La gara viene interrotta definitivamente con l’esposizione delle bandiere rosse. Il podio è completato da Aron Canet (Pons Wegow Los40) e Fermin Aldeguer (Beta Tools SpeedUp).  

Il leader della classifica mondiale Pedro Acosta (Red Bull KTM Ajo) deve partire dal fondo della griglia per via della caduta nel corso del giro di schieramento. Alla bandiera a scacchi lo spagnolo è nono.

Al via il migliore è Aron Canet che però scivola velocemente in quarta posizione alle spalle delle due Boscoscuro di Alonso Lopez (Beta Tools SpeedUp), Fermin Aldeguer Tony Arbolino. Alcuni istanti dopo lo spagnolo cade.

Del gruppo di testa fanno parte Sergio Garcia (Pons Wegow Los40), Tony Arbolino Filip Salac (QJMOTOR Gresini Racing Moto2™).

Garcia cade mentre è al comando e negli stessi istanti va a terra anche Filip Salac.

Arbolino prende ben 15 secondi di vantaggio su Canet e Aldeguer mentre assistiamo anche alle cadute di Sam Lowes (Elf MarcVDS Racing Team) e Jake Dixon (Inde GASGAS Aspar Team).

A 14 giri dalla fine vengono esposte le bandiere rosse per via del peggioramento delle condizioni meteo: la gara si conclude qui e quindi viene assegnata la metà dei punti.