Nella gara d’addio alla Moto2 del Pons Racing , il suo pilota Arón Canet non ha potuto inaugurare il suo record di vittorie in Moto2 dovendo arrendersi all’evidenza di superiorità in quest’ultimo terzo del campionato di Fermín Aldeguer , che ha firmato la sua quinta vittoria dell’anno, il suo sesto podio consecutivo in altrettante ultime GP del 2023. Con la sua quarta vittoria consecutiva, cosa che non accadeva dai tempi di Toni Elías nella prima stagione Moto2 nel 2010, ha suggellato il terzo posto finale.

A Cheste è arrivata la terza tripletta consecutiva spagnola, quinta della stagione Moto2, completata da Arón Canet e Alonso López, risaliti dalla 14esima posizione in griglia. Nel suo addio alla Moto2, Pedro Acosta, che ha preso parte alla parata della MotoGP, ha chiuso 12°.

Dalla pole Arón Canet ha già  perso l’iniziativa a favore di Aldeguer, ma alla curva 4 sono rimasti coinvolti in un grave incidente in mezzo al gruppo Celestino Vietti, Izan Guevara e Sergio García. Non era necessaria la bandiera rossa perché era più spettacolare che pericolosa e non è stata nemmeno indagata. 

Nella sua intenzione di conquistare il terzo posto in campionato, Aldeguer ha già stabilito un buon ritmo e ha guadagnato mezzo secondo su Canet e ha liberato rapidamente Marcos Ramírez. Ad aver perso inizialmente posizioni è stato il campione Pedro Acosta che in tre giri è già caduto di 5″ rispetto al connazionale per concludere senza precedenti, dodicesimo a 14″044. Ancor più lontano il secondo classificato Arbolino, 16° a 18″608.

A metà distanza la gara era già completamente decosa ed Aldeguer aveva 3″ di vantaggio su Canet e quest’ultimo altri 3″ su Alonso López, capolista di un gruppo con Ramírez, Chantra, Dixon e Lowes per l’ultimo gradino del podio di Cheste.