Il FIA World Endurance Championship ha pubblicato un elenco provvisorio di 37 vetture iscritte per la stagione 2024, con ben 19 equipaggi nella classe Hypercar.

La cifra di 37 vetture è il numero massimo di posti disponibili per la stagione, in linea con i commenti fatti in precedenza dal CEO del WEC Frederic Lequien, che ha indicato che lo spazio limitato nel garage del debutto di Imola e del ritorno del Circuit of the Americas è stato il fattore principale nel determinare il numero di iscrizioni.

La griglia di partenza della scorsa stagione ha visto l’iscrizione di 38 vetture per l’intera stagione, anche se quella voce presentava ancora la classe LMP2, che è stata abbandonata per la stagione 2024.

La classe Hypercar ha visto una crescita significativa rispetto alla griglia di partenza già da record di 13 vetture che ha attirato per la stagione 2023, grazie all’aggiunta di BMW, Isotta Fraschini, Alpine e Lamborghini, oltre a una seconda Porsche 963 cliente per Hertz Team JOTA e l’aggiunta di una terza Ferrari 499P di AF Corse.

Il Floyd Vanwall Racing Team è uscito dalla griglia di partenza dopo una sola stagione, mentre anche il Glickenhaus Racing non torna dopo aver chiuso il suo programma 007 Pipo LMH dopo tre anni.

Il BMW M Team WRT ha Dries Vanthoor e Sheldon van der Linde nominati come primi piloti a bordo della sua coppia di BMW M Hybrid V8, mentre Mirko Bortolotti correrà con la Lamborghini SC63 n. 63 dopo un’intera stagione di competizioni WEC LMP2.

Bortolotti affiancherà Daniil Kvyat, già confermato, a bordo del prototipo con telaio Ligier.

Isotta ha confermato due dei tre piloti al volante della sua Tipo 11 LMH Competizione numero 6, con il collaudatore e sviluppatore Jean-Karl Vernay affiancato dal campione LMP3 della European Le Mans Series Alejandro Garcia.

La casa italiana entrerà nella sua stagione d’esordio nel campionato senza Vector Sport, che ha annunciato lunedì mattina di non essere più coinvolta nel programma.

Porsche Penske Motorsport ha apportato un notevole cambiamento alla sua formazione di piloti a bordo della Porsche 5 n. 963, con Dane Cameron che non è tornato e sostituito dal pilota australiano Matt Campbell.

Campbell farà coppia con Michael Christensen e Fred Makowiecki, mentre Kevin Estre, Andre Lotterer e Laurens Vanthoor torneranno tutti sulla macchina numero 6.

JOTA, nel frattempo, ha confermato Will Stevens e il laureato LMP2 Oliver Rasmussen a bordo della sua coppia di auto Porsche LMDh, con Harry Tincknell che continua con la Proton Competition n. 99.

I campioni in carica della Toyota Gazoo Racing tornano con una coppia di GR010 Hybrid, con il neoconfermato Nyck de Vries a bordo della vettura n. 7 in una formazione altrimenti invariata.

La Ferrari ha indicato Antonio Fuoco e Alessandro Pier Guidi come i primi due piloti a bordo della sua coppia di 499P ufficiali, mentre la vettura numero 83 sarà guidata dal neo acquisto Robert Kubica.

Earl Bamber e Alex Lynn continueranno a salire a bordo della Cadillac V-Series e saranno affiancati da un terzo pilota ancora da confermare dopo l’uscita precedentemente annunciata di Richard Westbrook dal Chip Ganassi Racing.

Nove costruttori confermati per la LMGT3

La griglia di partenza della LMGT18 di 3 vetture ha visto nove costruttori ricevere slot di iscrizione, con McLaren, Lamborghini e Lexus che si uniranno al campionato per la prima volta.

A loro si aggiungeranno Aston Martin, BMW, Chevrolet, Ferrari, Ford e Porsche. Audi e Mercedes-AMG, che avevano entrambe espresso interesse a entrare a far parte della classe, non hanno ottenuto l’ingresso.

La coppia di 720S GT3 Evo della McLaren sarà gestita dalla pluridecorata squadra LMP2 United Autosports, con il vincitore della European Le Mans Series Marino Sato e l’ex pilota monoposto Gregoire Saucy come primi due piloti confermati.

Iron Lynx combinerà la sua Lamborghini Hypercar con una coppia di Lamborghini Huracan GT3 EVO2, con Claudio Schiavoni confermato a bordo della vettura n. 60 mentre Michelle Gatting guiderà la macchina n. 85 Iron Dames.

L’Akkodis ASP Team schiera una coppia di Lexus RC F GT3 con Jose Maria Lopez e Kelvin van der Linde confermati in precedenza come i due piloti professionisti.

La leggenda della MotoGP Valentino Rossi farà il suo debutto nel WEC come primo pilota confermato a bordo della BMW M3 GT4 numero 46 del Team WRT.

Proton Competition schiera due delle nuove Ford Mustang GT2024 per il 3 per Ben Barker e il campione della European Le Mans Series GTE Ryan Hardwick. I nuovi piloti ufficiali Corvette Racing Charlie Eastwood e Daniel Juncadella guideranno la coppia di Chevrolet Corvette Z06 GT3.Rs di TF Sport.

La coppia di slot di ingresso di Aston Martin è stata assegnata a The Heart of Racing e D’station Racing, con ogni team che piloterà una singola Aston Martin Vantage GT3 aggiornata. 

Il team principal di Heart of Racing, Ian James, sarà il pilota di grado Bronzo a bordo della vettura numero 27 di Heart of Racing, mentre il pilota ufficiale Aston Martin Marco Sorensen è stato confermato a bordo della vettura numero 777 di D’station.

Anche il campione della GTWC Europe Bronze Cup Alex Malykhin farà il suo debutto nel WEC nell’ambito di un legame tra Manthey Racing e Pure Rxcing, con Malykhin affiancato a bordo della Porsche 92 GT911 R numero 3 da Joel Sturm e Klaus Bachler. Richard Lietz, invece, piloterà la Porsche Manthey EMA numero 91.

AF Corse ha confermato la formazione completa della sua coppia di Ferrari 296 GT3, con Thomas Flohr e Francesco Castellacci pronti a continuare la loro partnership di lunga data a bordo della vettura numero 54 al fianco di Davide Rigon, mentre Francois Heriau, Simon Mann e Alessio Rovera faranno squadra a bordo della vettura gemella numero 55.