Conosciamo già la metà delle vetture che comporranno la griglia di Formula 1 2024 o, almeno, i loro progetti. Haas ha aperto le porte alle presentazioni con la VF-24, seguita dalla FW46 di Williams, dalla C44 di Stake (Sauber), dalla A524 di Alpine e, infine, da una VCARB 01 della rinomata Visa Cash App RB che ha riportato il colore in un paddock in cui il nero in fibra di carbonio è di tendenza. Ma c’è l’altra metà del gruppo, quella dei migliori team che ambiscono a lottare per il podio, in una settimana molto intensa.

Probabilmente è una coincidenza, ma chiunque direbbe che è stato fatto apposta per la F1 lasciare tutti i momenti salienti delle prime cinque presentazioni dello scorso anno fino alla settimana prima del test in Bahrain. A inaugurare la parata è proprio quella che ha chiuso quella top-5 del 2023, Aston Martin con la AMR24 che guiderà Alonso e Stroll. Lo fa all’inizio di lunedì (9:00) con un evento a Silverstone di cui hanno mostrato un piccolo teaser con la tuta di Stroll, una tattica simile a quella utilizzata dalla Ferrari.

La ‘Scuderia’, che ha mostrato anche i panni di Leclerc e Sainz, sarà la prossima a venire alla ribalta martedì alle 12:00, quando mostrerà la sua SF-24, l’ultima Ferrari che lo spagnolo guiderà prima dell’arrivo di Hamilton, che inizierà il suo anno di addio con la stella a tre punte il giorno successivo. Mercoledì ci sarà una doppia porzione di eventi con protagoniste le vetture motorizzate Mercedes: alle 11:15 si vedrà la W15 ufficiale di Lewis e Russell e, ad un’ora da definire, la McLaren MCL38 di Norris e Piastri.

Il divertimento della presentazione della nuova macchina di Woking è vederne le forme, perché hanno già mostrato il loro design il 16 gennaio davanti a tutti. Ed è esattamente quello che cercheranno di fare in pista dopo un ottimo finale di stagione, con particolare attenzione al sorpasso sulla Red Bull. I campioni chiuderanno questa grande settimana giovedì mostrando la RB20 di Verstappen e Perez in un clima di tensione spiacevole a causa dell’indagine interna in corso su Horner (che ha testimoniato venerdì per comportamento inappropriato).

Destinazione Bahrain

Una volta resa nota l’intera griglia, per i dieci team sarà arrivato il momento di andare in Bahrain per percorrere i primi chilometri dell’anno negli unici test pre-stagionali, anche se molti avranno già messo in pista le loro vetture negli ormai classici giorni di riprese. Ci saranno tre giorni di prove dal 21 al 23 febbraio con sessioni che vanno dalle 10:00 alle 19:00 ora locale (dalle 8:00 alle 17:00 CET). E sei giorni dopo sarà la volta del primo gran premio del 2024 che, come il Gran Premio d’Arabia, si disputerà da giovedì a sabato.