Dopo la versione full elettrica per Fiat 600 arriva il momento della motorizzazione Hybrid al prezzo base di 24.950 euro, prezzo che dovrebbe scendere al di sotto dei 20.000 euro per effetto di sconti ed incentivi. La tecnologia usata dal gruppo Stellantis per la nuova 600 è un mild-hybrid a 48v con schema meccanico di tipo P3. La parte endotermica contraddistinta dal classico 1.2 tre cilindri benzina aggiornato con il funzionamento a ciclo Miller. La potenza è di 100 CV e sfrutta l’apporto di un motore elettrico da 28cv alimentato dalla batteria ad ioni di litio inserito nella trasmissione a doppia frizione a 6 rapporti. La forza e la coppia aggiuntiva della macchina elettrica assicurano un miglioramento della risposta in termini di prestazioni con uno scatto sullo 0-100 km/h in circa 11 secondi. Questo permette anche un risparmio complessivo del 15% rispetto ad un analogo motore di pari potenza solo endotermico.

Il supporto del motore elettrico permette di migliorare l’elasticità aiutando il motore benzina nelle riprese a bassi regimi, abbattere il fattore peso nelle fasi di partenza, migliorando anche la riposta del cambio ed ampliando la fase di recupero quando è in funzione lo start&stop per una maggiore silenziosità e comfort alle andature cittadine.

Ibrido in grado di viaggiare in EV limitatamente

La carica in batteria avviene attraverso il recupero di energia nelle fasi di decelerazione o di veleggiamento. L’accensione del motore benzina avviene nel massimo comfort senza vibrazioni grazie al supporto di un secondo motore elettrico BSG, consentendo la transizione più fluida tra il motore a combustione interna e quello elettrico.

Il powertrain mild-hybrid, scelto dai tecnici torinesi, è anche uno dei pochi sistemi di questo tipo a poter muoversi, in determinate condizioni, anche solo in elettrico, a bassa potenza e per una velocità inferiore a 30 km/h per una percorrenza massima di 1 km. La funzione EV si accende anche quando si rilascia l’acceleratore per arrivare allo stop oppure quando ci sono condizioni di marcia stabilizzata come in pendenza o veleggiamento a poco gas.

Funzionale alla marcia cittadina

In particolare, molto utile la funzione e-creeping, che consente di effettuare una serie di brevi movimenti in avanti senza pressione sull’acceleratore in elettrico per gestire al meglio le code ed il traffico intenso senza consumare carburante o in fase di parcheggio. Rispetto all’analoga versione elettrica pura viene aumentato la capacità del bagagliaio a 385 litri.

La gamma si articola su due allestimenti: La Prima, dotata anche di ADAS di Livello 2, e la Hybrid entry level con cerchi in alluminio da 16″ con copricerchi, sedili in tessuto riciclato con dettagli bianchi e la fascia del cruscotto in plastica biologica nera opaca. In particolare, La Prima parte da 30.950 euro ed aggiunge cruise control adattivo, blind spot detection, telecamera posteriore e abbaglianti automatici. Esternamente si distingue per i terminali di scarico e dettagli carrozzeria cromati, i cerchi in lega da 19″ oltre ai vetri oscurati. Inoltre è presente anche il caricatore wireless per lo smartphone, il climatizzatore automatico mono-zona, il portellone elettrico azionabile senza mani, il freno di stazionamento elettrico e il Keyless Entry. Infine, è disponibile come tinta di lancio l’Arancio Sole d’Italia metallizzato.