Per Jorge Lorenzo, l’opinione di Gigi Dall’Igna sarà un fattore cruciale nel decidere la prossima mossa di Marc Marquez nell’ambiente della Ducati.

Il sei volte campione del mondo MotoGP quest’anno è in sella a una Ducati del team satellite Gresini, ma è legato a un contratto di un solo anno.

Il suo nome – insieme a quello di Enea Bastianini e Jorge Martin – è sicuramente nella lista per essere il compagno di squadra ufficiale di Francesco Bagnaia il prossimo anno.

Lorenzo insiste sul fatto che, anche se Marquez si allontana dalla politica di Ducati di puntare sui giovani talenti, Dall’Igna vorrà tenerlo.

“Dall’esterno, sembrava che la Ducati non fosse particolarmente entusiasta dell’arrivo di Marquez”, ha detto Lorenzo a Mundo Deportivo prima della MotoGP portoghese dove Marquez e Bagnaia si sono scontrati.

“Penso che non sia il caso di Dall’Igna. Direi anzi che, piuttosto, è quello che è stato più favorevole. Parlo dall’esterno, non sono dall’interno. Non so perché non abbia generato quell’illusione in alcune parti della Ducati. Quando vedranno che Marc sta andando molto bene con la Ducati e, soprattutto, si impegna a rimanere col marchio e a non cambiare di nuovo o tornare in Honda, lo sosterranno. Avere Marc Marquez è una garanzia di avere un pilota che lotta per i campionati”.

Lorenzo afferma anche che la fiducia di Ducati in Marc Marquez potrebbe iniziare quest’anno, fornendogli lo stesso materiale dei piloti ufficiale e del team Pramac.

“In passato abbiamo visto piloti non solo ricevere aggiornamenti, ma una moto completamente nuova”, ha detto Lorenzo.

“Piloti che guidavano la vecchia moto e a cui è stata data quella nuova. Non so se potrebbe essere così. Quello che è chiaro è che, a livello regolamentare, Ducati non può modificare i motori e, in ogni caso, dovrà accontentarsi di ricevere miglioramenti ciclistici, elettronici e aerodinamici. La politica e il rapporto che Marc ha con Ducati e con Dall’Igna sarà molto importante. Gigi è contento dell’arrivo di Marquez, sostiene il suo arrivo.”

“Vuole avere i migliori piloti tra le sue fila e sono sicuro che, se Marc continuerà a fare bene come al debutto, Dall’Igna e Ducati lo sosterranno quest’anno e vorranno che continui con il marchio in futuro”.

Lorenzo ha trascorso due anni senza successo con Ducati alla fine della sua carriera, ma è comunque emerso come un grande sostenitore di Dall’Igna, lo straordinario ingegnere della Ducati.

Anche se il suo periodo in rosso non è riuscito a ridare gloria alla Ducati, Lorenzo ha sempre mantenuto la fiducia che la Casa sarebbe presto tornata ai vertici della MotoGP.