Marco Bezzecchi ha ammesso di aver avuto dei ripensamenti sulla sua decisione di rimanere con VR46.

La sua ammissione arriva con i posti ufficiali che potrebbero aprirsi in Aprilia o Yamaha nella line-up dei piloti della MotoGP 2025.

Bezzecchi non è riuscito a ripetere le prestazioni dell’anno scorso, che per lui è stata una svolta.

Le sue vittorie nei Gran Premi e la sfida per il titolo hanno portato a un’offerta per un posto in Pramac, su una moto ufficiale, ma ha scelto di rimanere con una moto vecchia di un anno in VR46.

“Ammetto di aver avuto dei ripensamenti”, ha detto Bezzecchi a Sky Italia.

“Ma non mi sono mai pentito della scelta e non mi riguarda. È sempre facile parlare dopo, ma sono ancora convinto della mia decisione”.

Bezzecchi nutre la speranza di diventare per la prima volta un pilota ufficiale.

Il compagno di squadra dello scorso anno, Luca Marini, ha lasciato la VR46 per la Repsol Honda e, anche se ora è stato premiato come pilota ufficiale, è l’unico pilota MotoGP a che non ha segnato un solo punto quest’anno.

“Penso di essere cresciuto molto e mi piacerebbe poter diventare un pilota ufficiale, che è l’ambizione di tutti”, ha detto Bezzecchi.

“Ma devo confermarmi veloce e competitivo per meritarmi una possibilità”.

Con tutta probabilità Bezzecchi non arriverà nel team ufficiale Ducati a fianco di Bagnaia ma più probabile che finisca in Yamaha o Aprilia.

La speranza della Yamaha di portare un team satellite potrebbe causare uno scossone ed Aleix Espargaro dell’Aprilia potrebbe ritirarsi.

A Bezzecchi è stato chiesto di trasferirsi in una di queste due case

“Non è mai una scelta a senso unico, ma si deve fare assieme, come un matrimonio. Ma adesso è un pò presto per parlarne”, ha risposto.

L’anno scorso, Bezzecchi ha ottenuto la sua prima vittoria nella classe regina in Argentina ed ha continuato la sua buona forma tanto da essere uno dei contendeti per il titolo fino a quando un infortunio subito in allenamento gli ha fatto perdere terreno in classifica.

In questa prima parte della stagione, l’italiano ha ottenuto un piazzamento a podio ad Jerez.