slide (18)

L’Audi R8, la vettura che ha segnato un deciso punto di svolta nella storia della casa degli anelli, è arrivata alla sua seconda generazione e vedrà la luce al Salone di Ginevra del 2015 . Una vera rivoluzione, si parte dal fatto che alle spalle del pilota non ci sarà più il V8 che accompagnò la berlinetta GT fin dal debutto. La seconda generazione della R8 partirà dall’allestimento che vede protagonista 5.2l V10 FSI, motore costruito e progettato in collaborazione con la cugina Lamborghini.

slide (19)La R8 nella versione V10 plus avrà 610 CV e 560 Nm a 6.500 giri, e sarà in grado di raggiungere i 100 km/h 3,2s mentre i 200 in 9,9s, con una velocità massima di 330 km/h.  C’è anche una versione entry level della R8 V10 da 540 CV e 540 Nm sempre a 6.500 giri, con prestazioni appena inferiori con  3,5 s per lo 0-100 km/h arrivando a 323 km/h. Il V10 è un vero gioiello della tecnica,  con una cilindrata di 5.2l il V10 sarà dotato di tecnologia FSI, con lubrificazione a carter secco adotta anche il sistema cylinder-on-demand, riducendo i consumi a 11,8 l/100 km nel caso della V10 e 12,4 l/100 km sulla V10 plus secondo i valori dichiarati dalla casa per il ciclo di omologazione standard. In ogni caso sui consumi reali ci dovrebbe comunque essere un miglioramento del  10%  grazie all’utilizzo del sistema Start&stop.

slide (20)Il motore sarà accoppiato alla  trasmissione sette marce doppia frizione S tronic che potrà funzionare con tre modalità automatiche. Il cambio si potrà usare in modalità  manuale con azionamento by wire e la funzione di coasting, in abbinamento della nuova trazione integrale quattro che può sfruttare un differenzianale autobloccante posteriore con frizione elettroidraulica multidisco anteriore, al posto del precedente giunto viscoso. Il sistema sarà capace di trasmettere fino al 100% della coppia a uno soltanto dei due assi a seconda della necessità.  Nuovo ed aggiornato anche il sistema di guida l’Audi drive select, il sistema che permette di attivare varie modalità di guida mediante un tasto sul volante. Di serie sulla versione V10 Plus mentre optional sulla V10 Base. Alle modalità già presenti sulla precedente generazione della R8, comfort, auto, dynamic e individual. si aggiungà la possibilità di controllare numerosi parametri, compresa la regolazione del dynamic steering.  La R8 sarà disponibile di ruote da 19″ di serie con misure di pneumatici 245/35 davanti e 295/35 dietro, ma si potranno avere anche cerchi da 20″ e gommatura da 245/30-305/30. L’impianto frenante di base è in acciaio con dischi a forma margherita mentre la versione più potente la V10 plus offre i dischi carboceramici.

slide (21)La nuova R8, peserà  50 kg in meno grazie alla nuova scocca  Audi Space Frame multimateriale, che usa in modo più efficiente materiali leggeri come carbonio e alluminio combinandoli tra loro, in modo da avere una rigidità torsionale variabile a seconda delle zone e delle sollecitazioni. l’Audi dichiara una massa di soli 1.454 kg. Il lavoro sul telaio si estende anche alla carrozzeria con una cura maniacale per l’aspetto aerodinamico con l’utilizzo di nuovo fondo piatto con estrattore. Le doti dinamiche saranno assicurate da  sospensioni a doppi triangoli sovrapposti in alluminino dotate di ammortizzatori regolabili,  che possono rendere questa seconda generazione una supercar adatta sia all’uso stradale che alla uso estremo in pista.  Non potranno mancare le ultime tecnologie come i fari laser all’anteriore, e una profonda rivisitazione degli i interni. Anche per la nuova R8,  l’Audi virtual cockpit già al debutto sulla piccola TT,  che abbina il suo funzionamento al volante multifunzione. Su quest’ultimo ora ci saranno anche  i tasti per avviare il motore e scegliere la modalità di guida. Ovviamente non poteva mancare il sistema Mmi navigation plus con Mmi touch.

Infine il prezzo della Nuova Audi R8.  Per la V10 si parte da 165.000 euro, mentre la V10 plus sarà proposta a partire da 187.400 euro. Sono state già annunciati due allargamenti della gamma con una versione  e-tron e la LMS da competizione per i vari campionati GT3 sparsi per il mondo. La e-tron, avrà una nuova tecnologia ibrida capace di 462 CV e 920 Nm, con prestazioni per lo 0-100 in 3,9 s. Il nuovo sistema di batterie permetterà di avere un autonomia fino a 450 km, valore variabile a secondo dell’utilizzo.  La versione per i campionati GT3 non vedrà la partecipazione alle gare prima del 2016.

Daniele Amore