La BMW M4 GT3 n. 1 della ST Racing ha ottenuto la prima vittoria assoluta in una gara per una BMW M4 GT3 alla 12H Hankook del Mugello

La #1, con l’equipaggio di Samantha Tan, Nick Wittmer e Bryson Morris, ha completato 330 giri, rifilando due giri dalla Phoenix Audi #18 di Pierre Kaffer, Michael Doppermayr, Elia Erhart e Swen Herberger che ha tagliato il traguardo con soli 1,4 secondi di vantaggio del terzo classificato #25 Mann-Filter Team Landgraf AMG GT3 Evo.

La corsa metronomica del team canadese ha però fatto sì che, nonostante lo scambio intermittente del comando con il Team LANDGRAF per tutto il pomeriggio, la ST Racing fosse riuscita a portare il distacco a due giri interi mentre la gara entrava nelle fasi finali. 

Nick Wittmer alla fine ha guidato la BMW M4 GT3 fino al traguardo per completare 330 giri dei 5,245 km dell’Autodromo Internazionale del Mugello e assicurarsi la vittoria finale.

Il risultato segna la prima vittoria assoluta nella SERIE 24H per il campione in carica della ST Racing, la prima vittoria assoluta per una squadra canadese e la prima vittoria assoluta in serie per una BMW GT dal 2011.

Un Code 60 volato appena 40 minuti prima della fine della gara, esposto per recuperare la JUTA Racing Junior Audi R8 LMS GT3 EVO danneggiata, ha provocato un arrivo quasi in volata per il 2° posto assoluto: Phoenix Racing ha optato per fare rifornimento e cambiare le gomme sotto le bandiere viola mentre il Team LANDGRAF è rimasto in pista. Un Pierre Kaffer in carica è andato a chiudere il divario e alla fine ha ripreso la posizione a soli 15 minuti dalla fine. 

Il team LANDGRAF, che aveva problemi cronici al cambio, è salito sul podio assoluto e si è assicurato la vittoria in GT3-AM a soli 1,5 secondi dall’Audi.

La Mercedes-AMG GT3 CP Racing (#85, Charles Putman / Charles Espenlaub / Joe Foster) chiude in quarta posizione dopo aver raggiunto, ad un certo punto della gara, anche il secondo posto assoluto. Il team americano, però, conquista il secondo posto di classe GT3-AM, davanti alla Mercedes-AMG GT3 di MP Racing (#58, Thomas Gostner / David Gostner / Corinna Gostner / Giorgio Sernagiotto) con l’equipaggio tutto tricolore che chiude in sesta posizione assoluta nonostante delle noie ai freni sul finale di gara.

Dopo aver corso costantemente in testa per tutto l’evento, la JUTA Racing Audi R8 LMS GT3 EVO I (#71, Julius Adomavičius / Andrius Gelžinis / Jonas Gelžinis) conclude a sandwich tra CP Racing e MP Racing in un meritato 5° posto. Nonostante il ritiro a fine gara, la sorella “Junior” del team lituano Audi (#72, Audrius Navickas / Aurimas Jablonskis / Ignas Gelžinis) è riuscita a completare il podio GT3-PRO/AM dietro ST Racing e Phoenix Racing.

L’unica Ferrari iscritta alla Hankook 12H MUGELLO – la Ferrari 488 GT3 di Kessel Racing (#8, Marco Frezza / David Fumanelli / Alessandro Cutrera / Marco Talarico / ‘LMDV’) era in lotta per il 7° posto ma si è arenata nella ghiaia scivolando all’8° posto a soli cinque minuti dalla fine.

Ferrari 488 GT3 di Kessel Racing (#8, Marco Frezza / David Fumanelli / Alessandro Cutrera / Marco Talarico / ‘LMDV’)

Una lunga lotta per la vittoria della categoria 992 alla fine è andata a Red Camel-Jordans.nl (#909, Ivo Breukers / Luc Breukers / Rik Breukers), mentre il suo rivale più vicino – HRT Performance (#929, Gustav Bergström / Johan Kristoffersson / Ole Veiby) – ha chiuso con meno di 90 secondi di ritardo dopo aver perso tempo all’inizio del pomeriggio a causa di una gomma delaminata.

In classe 992-AM la vittoria è andata alla Red Ant Racing (#903, Ayrton Redant / Bert Redant / Yannick Redant) appena davanti all’Orchid Racing Team (#917, Loic Villiger / Frank Villiger / Laurent Misbach / Fabio Spirgi). Il numero 904 del team belga (Philippe Wils / Kurt Hensen / Andreas Mayrl) ha completato il podio di classe, a soli 54 secondi da Orchid Racing.

Sospetti problemi al gruppo propulsore per il leader di lunga data della GTX RD Signs – Siauliai racing team (#720, Audrius Butkevicius / Nicola Michelon / Paulius Paskevicius) a tre quarti di distanza significavano che gli onori di categoria sono andati invece a HRT Performance (#728, Kerong Li / Jean- Francois Brunot). La Lamborghini Huracán Super Trofeo n. 720 alla fine ha recuperato per finire 2a in GTX.

GTX RD Signs – Siauliai racing team (#720, Audrius Butkevicius / Nicola Michelon / Paulius Paskevicius) – Photo: Daniele Marangoni Giornalemotori



Foto Daniele Marangoni per Giornalemotori

Rispondi