Tutti i 12 piloti della MotoGP impegnati nella Q2 hanno affrontato la qualifica del Gran Premio del Portogallo con le gomme slick. Il turno si è concluso con 30 secondi di pura emozione che ha visto quattro piloti assicurarsi, provvisoriamente, la pole position. Alla fine, ad avere la meglio su tutti è stato Johann Zarco (Pramac Racing). Il francese ha negato a Joan Mir (Team Suzuki Ecstar) la sua prima pole in MotoGP per pochi millesimi vedendo anche Aleix Espargaro (Aprilia Racing) unirsi alla prima fila.

Promossi dalla Q1, Alex Marquez (LCR Castrol Honda) e Luca Marini (Mooney VR46 Racing), si sono uniti agli altri dieci piloti su una pista progressivamente sempre più asciutta. Quando mancavano tre minuti Zarco ha raggiunto la vetta per la prima volta ma è stato scavalcato, 30 secondi più tardi, da Mir.

Con l’avvicinarsi alla fine del turno, in soli 90 secondi abbiamo assistito agli ultimi giri lanciati. Jack Miller (Ducati Lenovo Team) si è unito alla festa insieme a un altro specialista in queste condizioni: Marc Marquez (Repsol Honda Team) che ha spinto al massimo per fare sua la pole. Ma, mentre era impegnato nel suo miglior giro, il suo compagno di squadra Pol Espargaro è finito a terra vedendo così i marshall esporre le bandiere gialle. Marquez è stato quindi superato nella classifica dei tempi da Fabio Quartararo (Monster Energy Yamaha) ma entrambi i giri sono stati rapidamente cancellati a causa delle bandiere gialle.

Miller aveva ancora la pole, ma è stato usurpato, con la bandiera a scacchi vedendo così Mir passare in testa ma, anche in questo caso, le bandiere gialle hanno visto la cancellazione del suo giro. A pochi secondi dalla fine, Zarco ha firmato un giro da 1:42.003 quanto è bastato per firmare la sua prima pole dal Gran Premio della Germania dello scorso anno.

Pur essendo in cima alla classifica dei tempi alla bandiera a scacchi, Miller non è riuscito a mantenere la prima fila, con Aleix Espargaro passato in terza posizione. L’australiano sarà affiancato in seconda fila dal campione del mondo Fabio Quartararo e dal rookie Marco Bezzecchi che ha fatto nascere un grande sorriso sul volto del suo mentore a bordo pista, Valentino Rossi.

Nonostante i primi giri, Alex Marquez e Luca Marini alla fine sono scivolati al settimo e all’ottavo posto. Marc Marquez, nel frattempo, si è qualificato nono. Pol Espargaro è in fine decimo davanti a un paio di KTM leggermente sottotono: quelle di Miguel Oliveira e di Brad Binder.

La top 10:

1. Johann Zarco (Pramac Racing) – 1:42.003
2. Joan Mir (Team Suzuki Ecstar) + 0.195
3. Aleix Espargaro (Aprilia Racing) + 0.232
4. Jack Miller (Ducati Lenovo Team) + 0.500
5. Fabio Quartararo (Monster Energy Yamaha MotoGP) + 0.713
6. Marco Bezzecchi (Mooney VR46 Racing Team) + 0.713
7. Alex Marquez (LCR Castrol Honda) + 0.900
8. Luca Marini (Mooney VR46 Racing Team) + 1.176
9. Marc Marquez (Repsol Honda Team) + 1.572
10. Pol Espargaro (Repsol Honda Team) + 1.829

Rispondi