L’America torna a vincere nel motomondiale e lo fa per mano di Joe Roberts (Italtrans Racing Team), che trionfa dopo una caotica gara del Gran Premio del Portogallo, segnata da una collisione al via che ha messo ko una decina di piloti.

Aron Canet (Flexbox HP40) aveva ottenuto la pole position in condizioni difficili e lo spagnolo era ansioso di gustare il sapore della prima vittoria in Moto2 ma ha dovuto fare i conti con una agguerrita concorrenza.

Allo spegnimento dei semafori, l’americano è emerso dal secondo posto per prendere il comando della gara mentre dietro di lui Beaubier ha cercato di imporre il proprio ritmo con alle calcagna Canet, Arbolino e Somikiat Chantra, ma ha rimediato un long lap penalty. Il vantaggio dell’americano è durato poco e si è visto superare dallo spagnolo non appena la pioggia ha fatto capolino sul tracciato dell’Algarve.

Il leader del mondiale Celestino Vietti (Mooney VR46 Racing Team) si trovava in 11° posizione nei primi giri ed era impegnato in una furiosa rimonta dalla retrovie. Stesso scenario per Jeremy Alcoba, partito 26° e già in zona punti dopo soli sette giri.

La pioggia cade sempre più pesantemente e a 16 giri dalla fine la direzione gara decide di interrompere la gara. Si riparte non appena le condizioni della pista lo permettono per una mini gara di appena sette giri. Canet, Beaubier, Ogura, Zonta Van Den Goorbergh (RW Racing GP), Augusto Fernandez, Albert Arenas (Autosolar GASGAS Aspar Team), Sam Lowes (Elf Marc VDS Racing Team) e Pedro Acosta (Red Bull KTM Ajo) non sono ripartiti.

Con 18 piloti in pista e Dixon al via dalla pole, Joe Roberts ha preso il comando e senza guardarsi indietro, ha aperto un divario di più di quattro secondi andando dritto verso la prima vittoria di un pilota americano nel campionato del mondo dal 2011, quando Ben Spies vinse ad Assen. L’americano non ha dato alcuna possibilità a Vietti o a Navarro (Flexbox HP40) di contendersi la vittoria.

Marcel Schrötter (Liqui Moly Intact GP) e Manuel Gonzalez (Yamaha VR46 Master Camp Team) completano la top 5, davanti ad Alcoba. Più indietro troviamo Fermin Aldeguer (Lightech SpeedUp) seguito da Bo Bendsneyder (Pertamina Mandalika SAG Team). La top 10 è completata da Barry Baltus (RW Racing GP) e Gabriel Rodrigo (Pertamina Mandalika SAG Team).

In una gara totalmente imprevedibile, Vietti vanta ora 90 punti, 34 in più rispetto a Ogura (56), mentre Arbolino (54) resta al terzo posto davanti a Roberts che, dopo la sua vittoria in Portogallo, vanta 49 punti, gli stessi di Canet. I piloti della classe intermedia avranno solo pochi giorni per recuperare perché dal 29 aprile al primo maggio saranno impegnati a scrivere un nuovo capitolo a Jerez.

1. Joe Roberts – (Italtrans Racing Team)  
2. Celestino Vietti – (Mooney VR46 Racing Team) + 2.818
3. Jorge Navarro – (Flexbox HP40)  + 2.991
4. Marcel Schrötter – (Liqui Moly Intact GP)  + 3.104
5. Manuel Gonzalez – (Yamaha VR46 Master Camp Team)  + 3.199
6. Jeremy Alcoba – (Liqui Moly Intact GP)  + 3.821
7. Fermin Aldeguer – (Lightech SpeedUp)  + 3.784
8. Bo Bendsneyder – (Pertamina Mandalika SAG Team)  + 4.648
9. Barry Baltus – (RW Racing GP)  + 8.103
10. Gabriel Rodrigo – (Pertamina Mandalika SAG Team) – + 8.880

Rispondi