Fabio Quartararo della Monster Energy Yamaha chiude al comando questa giornata di prove libere a Barcellona del GP di Spagna. Il pilota francese tiene a bada un trio di Ducati condotte da Enea Bastianini (Gresini Racing), Francesco Bagnaia (Ducati Lenovo Team) e Jorge Martin (Pramac Racing).

Il francese ha trovato il giro giusto a sessione inoltrata e grazie al crono di 1:37.071 si è portato in testa alla lista dei tempi con 2 decimi di vantaggio su Bastianini, primo degli inseguitori.

Guardando alla giornata di apertura, è la casa di Borgo Panigale che potrebbe essere la più vicina sfidante di Quartararo a Jerez dopo le prestazioni di Bastianini, Bagnaia e Martin. 

L’ex leader del Campionato del Mondo è balzato davanti alla sua controparte ufficiale sotto la bandiera a scacchi per prendere il secondo posto dopo che Bagnaia aveva condotto la sessione in precedenza. 

Martin è a poco meno di tre decimi al quarto posto, con Jack Miller (Ducati Lenovo Team) che si assicurava che ci fossero quattro Desmosedici nella top ten dopo aver ottenuto la decima posizione.

In vista di quello che è probabilmente il weekend più importante della sua carriera in MotoGP™, Takaaki Nakagami (LCR Honda Idemitsu) ha iniziato bene chiudendo al quinto posto assoluto. Il pilota giapponese è stato il miglior pilota Honda, 0,009 secondi davanti a Pol Espargaro della Repsol Honda al settimo posto. Stretto tra le due RC213V troviamo Brad Binder della Red Bull KTM Factory Racing al sesto posto. Gli ultimi posti nella top ten sono andati ad Alex Rins del Team Suzuki Ecstar, l’unico sopravvissuto nella top ten dai primi tre di venerdì mattina, e a Maverick Vinales dell’Aprilia Racing, rispettivamente ottavo e nono.

MARC MARQUEZ HA UNA SESSIONE DA DIMENTICARE

Marc Marquez della Repsol Honda ha avuto una sessione da ricordare in negativo. Innanzitutto, ha avuto un momento difficile con il compagno di squadra Pol Espargaro (Repsol Honda) e il debuttante Remy Gardner (Tech3 KTM Factory Racing). In seguito avrebbe rimediato un bel vaffa da Aleix Espargaro (Team Aprilia), il tutto dopo essere caduto due volte.

La sua prima uscita è stata alla curva 6, prima di riprendere rapidamente la moto e rientrare. Mentre tornava alla pitlane, l’otto volte campione del mondo stava uscendo dal tracciato di gara alla curva 9 e ha toccato una zona umida rimasta dalla pioggia di giovedì. Lo spagnolo è caduto ancora una volta ma, fortunatamente per lui, l’ex compagno di squadra e ora collaudatore KTM Dani Pedrosa era a disposizione per un passaggio di ritorno ai box.

Dopo la sessione calvario, Marquez affonda al 19° posto ma non è l’unico capofila nei guai. L’ultimo arrivato sul podio, Johann Zarco di Pramac Racing, è 11°. Nonostante sia stato il più veloce nelle FP1 venerdì mattina, Joan Mir del Team Suzuki Ecstar è scivolato al 12° posto. L’uomo terzo nella classifica del titolo, Aleix Espargaro dell’Aprilia Racing, è un ulteriore posto dietro al 13° posto. E dopo aver mostrato un ritmo impressionante nelle FP1 piazzandosi al terzo posto nella classifica dei tempi, Alex Marquez dell’LCR Castrol Honda ha subito un pomeriggio frustrante scendendo al 16° posto.

MotoGP™ Top 10 del venerdì:
1. Fabio Quartararo (Monster Energy Yamaha MotoGP™) – 1:37.071
2. Enea Bastianini (Gresinin Racing MotoGP™) + 0.201
3. Francesco Bagnaia (Ducati Lenovo Team) + 0.212
4. Jorge Martin ( Pramac Racing) + 0.297
5. Takaaki Nakagami (LCR Honda Idemitsu) + 0.510
6. Brad Binder (Red Bull KTM Factory Racing) + 0.514
7. Pol Espargaro (Team Repsol Honda) + 0.519
8. Alex Rins (Team Suzuki Ecstar) + 0.655
9. Maverick Vinales (Aprilia Racing) + 0.688
10. Jack Miller (Ducati Lenovo Team) + 0.691

CLICCA QUI PER I RISULTATI COMPLETI!

Rispondi