Carlos Sainz si è scusato con i suoi meccanici per l’incidente che ha concluso in anticipo la sua sessione dell FP2 del weekend del Gran Premio di Miami.

Sainz è andato ko all’inizio delle FP2, girandosi e colpendo il muro alla curva 14, quella che inizia la chicane stretta verso la fine della pista. Lo spagnolo sta vivendo un periodo no dopo il testacoda in Australia e l’eliminazione in Q2 a Imola dove in gara è stato colpito da Ricciardo al Tamburello ponendo fine alla sua gara.

Dopo aver concluso le FP2 nelle barriere, lo spagnolo ha dichiarato: “Il ritmo è molto buono e sono abbastanza veloce in pista. Ovviamente deluso perché non è il modo in cui vuoi iniziare un fine settimana, dando ai meccanici un lavoro extra. Ho colpito la barriera probabilmente nel posto peggiore possibile; ho colpito dritto contro un muro di cemento che, anche alla bassa velocità che stavo andando, ha causato molti danni alla vettura. Ho dato alla squadra un venerdì sera un po’ difficile, che non è l’ideale…”

Sainz era in uno stato d’animo di sfida venerdì pomeriggio, aggiungendo che aveva attraversato un periodo altrettanto difficile con la McLaren e che ha l’esperienza e la forza per riprendersi e fornire risultati positivi per la Ferrari.

“Sono il primo che non è contento delle ultime due gare… e io sono il primo che lo sta analizzando e cercando di trarne delle conclusioni. Ricordo di aver attraversato uno scenario molto simile l’anno scorso dove mi sono ritirato un paio di volte e subito dopo è arrivata la mia migliore gara in Formula 1. Quindi so come uscirne.”

Penso che sto ancora imparando molto di questa macchina. Questa macchina mi sta ancora sorprendendo, non ho intenzione di mentire, sono ancora cose che sono, diciamo, un po ‘fuori dal mio controllo che mi stanno sorprendendo, e non appena mi metto sopra di loro e le imparo, posso essere veloce in qualsiasi giro”.

Dall’altra parte del box, il compagno di squadra Charles Leclerc ha chiuso al comando le FP1 ed è arrivato secondo dietro George Russell nelle FP2. Il monegasco ha indicato la Mercedes come una minaccia sorprendente, ma benvenuta, dopo aver portato aggiornamenti a Miami. Ha aggiunto che Max Verstappen dovrebbe riprendersi dopo che un problema idraulico gli è costato le prove del venerdì.

“Max sarà sicuramente veloce; ogni volta che risolvono i loro problemi, saranno veloci. La sorpresa è Mercedes per ora; sembrano essere molto forti e anche sul ritmo gara erano forti, quindi potrebbero essere la sorpresa questo fine settimana, e sarebbe bello se potessero unirsi alla battaglia tra noi e la Red Bull”, ha detto Leclerc.

L’INCIDENTE DI SAINZ NELLE FP2 DEL GP DI MIAMI

Rispondi