La Superpole Race del WorldSBK al circuito dell’Estoril ci ha regalato ancora una volta una gara ricca di colpi di scena. A trionfare nei 10 giri sul tracciato portoghese è stato Jonathan Rea su Kawasaki davanti al campione del mondo in carica Toprak Razgatlioglu.

Quest’ultimo sembrava lanciato per conquistare la prima affermazione della stagione prima che un suo errore all’ultimo giro aprisse la porta a Rea per la vittoria. Nonostante l’errore, per il pilota turco tanto di cappello e di applausi per come è riuscito a tenere in piedi la sua Yamaha… una acrobazia che finora abbiamo visto fare solamente ad uno che si chiama Marc Marquez.

Immagine
Credito fotografico: profilo Twitter WSBK

Il podio viene completato dalla Ducati di Alvaro Bautista, vincitore di gara 1 di ieri. I piloti hanno iniziato la Superpole Race con la pista umida in alcuni punti grazie alla pioggia che ha cambiato le condizioni rispetto alla gara di ieri, con i piloti che sono partiti comunque con le gomme slick.

CRONACA DELLA SUPERPOLE RACE

Alla partenza, Razgatlioglu ha preso il comando della gara con Rea e Scott Redding in seconda e terza posizione mentre Bautista è sceso al quarto. Andrea Locatelli di Pata Yamaha ha tenuto a bada le Honda di Iker Lecuona e Xavi Vierge mentre Lucas Mahias di Puccetti è caduto nella mischia della curva uno. Marvin Fritz ha fatto lo stesso mezzo giro dopo sulla Yamaha Motoxracing con Vierge che ha trovato il limite alla curva sette.

Bautista ha passato Redding all’inizio del secondo giro, Alex Lowes ha recuperato due posizioni, al settimo posto, con Axel Bassani di Motocorsa e Loris Baz nell’importantissima posizione finale nella top nine. La BMW ha continuato a perdere posizioni e Lecuona è stato il prossimo a capitalizzare il britannico per il quarto posto.

Sia Baz che il compagno di squadra Eugene Laverty sono passati su Bassani alla fine del terzo giro. Michael Rinaldi continua a lottare nella seconda Ducati Aruba all’11° posto con Kohta Nozane della GRT Yamaha e il pilota sostituto Xavi Fores appena dietro.

Rea nel mentre prende il comando della gara ma con Razgatlioglu a meno di un decimo e il duo di testa aveva un ritmo inarrivabile per tutti tanto che Bautista era già ad oltre un secondo di distacco.

Razgatlioglu si porta in testa all’inizio del settimo giro e si è immediatamente allontanato dalla Kawasaki e al giro successivo aveva già otto decimi di distacco con Bautista ad oltre tre secondi dalla vetta nella posizione finale del podio.

Razgatlioglu sembrava lanciato per aggiudicarsi la sua prima vittoria della stagione con un vantaggio di otto decimi nell’ultimo giro prima che un errore alla curva nove aprisse la porta della prima posizione alla Kawasaki di Rea. Il britannico trionfa davanti al turco, nonostante un tentativo di rimonta sul finale. Bautista si aggiunge alla festa del podio anche se distante di 4 secondi dalla vetta.

Lecuona si è assicurata il quarto posto davanti Locatelli e Lowes con Redding, Rinaldi e Fores che hanno conquistato il settimo e il nono posto per completare le prime tre file della griglia finale di domenica pomeriggio.

ORDINE DI ARRIVO SUPERPOLE RACE ESTORIL

Immagine

Rispondi