Si è chiuso, nella splendida cornice della Città di Napoli, ospiti dell’ente Mostra D’oltremare, il primo Blue Experience, Salone della Mobilità Sostenibile. L’obiettivo era quello di portare all’attenzione dei cittadini, e degli automobilisti in particolare, le nuove tecnologie in tema di mobilità sostenibile. Possiamo dire fin dall’inizio che lo scopo è stato raggiunto, indipendentemente dai numeri.

Una tre-giorni durante la quale i partecipanti potevano assistere a convegni sul futuro della mobilità delle città italiane potendo toccare con mano l’evoluzione della mobilità del futuro. Si partiva con i monopattini elettrici, sempre più diffusi, alle bici elettriche, per finire alle varie tecnologia ibride per l’automobile dalla leggera alla plug-in. Una delle esperienze più importanti era confrontare le varie tecnologie automotive, dalla mild hybrid, alla full hybrid fino alla PHEV, per finire alle auto elettriche con una fondamentale prova su strada.

Tre giorni di collaborazione attiva con Center Napoli

Noi di www.giornalemotori.com, eravamo ospiti graditi di Center Napoli, punto di riferimento per la Campania per i marchi Honda, Mitsubishi, Subaru e Mahindra. Il dealer napoletano ha curato in ogni minimo dettaglio per offrire ai visitatori un esperienza unica. Gli automobilisti che si accingevano allo stand dell’azienda napoletana ricevevano informazioni tecniche grazie all’esperienza tecnica maturata con i nostri articoli dettagliati nelle nostre aree test e tecnica coadiuvati dalla presenza degli istruttori della Subaru Driving School.

Si potevano provare su strada, su un percorso off road dedicato, la capacità della tecnologia Mild Hybrid di Subaru. La prova in esterna su strada coinvolgeva le tecnologie e:Hev di Honda Jazz ed HR-V per finire alla Mitsubishi con la sua versatile e tecnologica Eclipse Cross PHEV. Protagoniste assolute le due elettriche di casa, la Honda e, vero gioiellino tecnico per il divertimento urbano ed in anteprima la Subaru Solterra, il concetto di trazione integrale Symmetrical AWD abbinato alla trazione elettrica.

Incontrare gli automobilisti per saggiare la loro opinione

Il nostro obiettivo, in quanto testata che si pone come informazione a 360° per l’automotive, era quello di incontrare gli utenti per saggiare il polso di come gli automobilisti percepiscono il nuovo che avanza. Il contatto con le persone, gli automobilisti, ha mostrato un mondo lontano dalle immagini idilliache che i grandi costruttori mostrano nelle loro pubblicità è di una stato di confusione generale.

Dalle norme che cambiano di continuo, spesso senza un senso, alla volontà di voler dare sfogo alla propria anima ecologica, hanno fornito l’identikit di un visitatore spesso disorientato, confuso e incapace di capire cosa deve guidare nel prossimo futuro, ma soprattutto desideroso di chiarimenti e di conoscenza dell’argomento.

Spiegare nel dettaglio partendo dalle basi dell’elettrificazione

Quella che doveva essere una collaborazione attiva tra la nostra testata ed il dealer napoletano per portare all’attenzione del pubblico la bontà tecnologica dei modelli Honda, Mitsubishi e Subaru, si è presto trasformata in un piccolo simposio per partire dall’A-B-C dell’elettrificazione. Ore, passare a spiegare da zero come si compone un sistema mild hybrid, full hybrid e PHEV, approfittando degli esempi forniti dalla produzione Honda, Mitsubishi e Subaru.

Cio che è emerso è una mancanza di informazione e formazione cronica da parte dell’automobilista. Quest’ultimo viene lasciato in balia di leggende metropolitane che spesso vengono messe in crisi da una prova su strada, fatta bene, dove abbiamo confutato tutte le convinzioni che di volta in volta sono state poste evidenza.

Un iniziativa unica di Center Napoli con il cliente al centro del progetto

A tal proposito va fatto un plauso proprio ad un’azienda come Center Napoli che accompagna il cliente dalla scoperta all’uso della vettura prima e dopo l’acquisto. Dalla esperienza diretta con test dove dove vengono riproposti percorsi che ripropongono il funzionamento ottimale in funzione del reale utilizzo da parte cliente nel suo uso quotidiano dell’auto.

Il dealer napoletano organizza sessioni tutorial alla consegna, fatte su strada, ed un assistenza costante di formazione che accompagna il neo-automobilista ibrido nel suo percorso di guida per tutto il periodo necessario in funzione della sua capacità di apprendimento personalizzato. Un lavoro che va oltre la consulenza tecnica, che pure viene fatta nel momento in cui si entra in concessionaria. Il cliente viene accompagnando nel momento più importante, i primi mesi di utilizzo della vettura dotata di una nuova tecnologia. Tale percorso di formazione si estende anche all’utilizzo al meglio dei sistemi ADAS o della guida semi-autonoma migliorando le tecniche di guida per migliorare lo sfruttamento delle prestazioni dell’auto migliorando i consumi e la sicurezza complessiva della guida.

Bilancio di tre giorni di manifestazione

Il bilancio della manifestazione, vista dall’interno di chi è stato negli stand per tre giorni è stato tutto sommato positivo. Da tecnici siamo portati a guardare sempre il bicchiere mezzo pieno, nell’ottica che piuttosto che nulla meglio piuttosto. Il blue experience 2022 è stato un passo, la rottura del ghiaccio, partendo da una delle città più difficili in assoluto da questo punto di vista. Ciò che emerge è che ci sono cittadini ed imprenditori, che hanno volontà di guardare avanti. Persone che hanno la forza ed il coraggio di puntare sul futuro. Un pubblico pronto, che ha voglia di capire e di provare con mano ciò che deve guidare sulle strade.

In collaborazione con Center Napoli dealer per Honda, Mitsubishi, Subaru e Mahindra

Rispondi