Ricardo Feller ha conquistato la sua prima vittoria nel DTM a Imola in una gara che ha visto il pilota svizzero lottare per superare Dev Gore dopo aver perso il comando dopo l’uscita della safety car.

Feller ha iniziato la gara dalla pole position, ma ha perso il comando alla fine del giro di apertura quando è scivolato largo fuori dall’ultima curva, permettendo a Felipe Fraga di passare e prendere il comando.

Fraga ha preso il comando in una caotica fase di apertura della gara che ha visto Maximilian Buhk e Laurens Vanthoor eliminati in un incidente al primo giro prima che la safety car uscisse quando Thomas Preining e Rolf Ineichen sono usciti alla Rivazza.

Mentre la maggior parte dei piloti ha fatto le proprie soste sotto la safety car, Gore ha fatto la sua sosta pochi istanti prima che la gara fosse neutralizzata. Ciò ha permesso al pilota americano di salire al terzo posto quando quasi l’intero gruppo si è fermato più tardi.

Gore si trovava dietro Nick Cassidy e Dennis Olsen, che hanno entrambi scelto di non pittare sotto la safety car ed erano in testa al gruppo quando la gara è ricominciata.

Feller, nel frattempo, era sceso al quinto posto dietro Arjun Maini che si era fermato in modo simile prima della safety car, ma aveva sbagliato la sua sosta, il che significa che doveva tornare ai box più tardi.

Quando Fraga è stato poi eliminato alla ripartenza grazie a una foratura subita dal contatto con Lucas Auer, ha lasciato Feller libero di inseguire Gore mentre Cassidy e Olsen hanno tentato di allungare il loro vantaggio.

Feller ha superato l’Audi R8 LMS GT3 Evo II del Team Rosberg di Gore a Piratella una manciata di giri prima che Cassidy e Olsen facessero le loro soste obbligatorie, riguadagnando così il comando della gara.

Da lì, ha controllato il divario per assicurarsi la sua prima vittoria DTM della sua carriera, mentre Gore ha mantenuto il secondo posto per conquistare il suo primo podio in serie.

Il podio è stato completato da Marco Wittmann, che si è assicurato il terzo posto all’ultimo giro dopo essere uscito vincitore in una lunga battaglia con Auer, che ha concluso quarto.

Sheldon van der Linde ha completato la top five, davanti a Philipp Eng, Maro Engel e Nico Mueller.

Mueller è arrivato ottavo dopo aver vinto una battaglia a quattro con Maximilian Goetz, Mirko Bortolotti e Luca Stolz che ha visto quest’ultimo perdere più posizioni dopo aver inizialmente tentato di superare l’Audi prima di essere superato da Goetz e Bortolotti.

Bortolotti si è assicurato l’ultimo posto nella top ten, mentre Stolz ha concluso dodicesimo dopo aver perso anche contro Timo Glock.

La gara è stata caratterizzata da dieci ritiri, con Rene Rast, Dennis Olsen, Clemens Schmid, David Schumacher e Marius Zug che non sono riusciti a finire.

RISULTATI: Gara 2

Rispondi