È stato lanciato un nuovo programma volto a trovare e sviluppare la prima campionessa del mondo femminile di Formula 1.

L’ex pilota di F1 David Coulthard e l’imprenditore Karel Komarek hanno fondato e finanziato l’iniziativa “> = More than Equal”, che promette di riunire alcuni dei migliori talent scout, preparatori fisici, psicologi, nutrizionisti, allenatori e piloti di Motorsport al fine di trovare e formare un futuro talento tutto femminile di Formula 1.

Quali sono gli ostacoli che impediscono alle donne di raggiungere la F1?

Uno dei partner chiave del programma > = More than Equal è Hintsa Performance, che è uno dei leader globali nel coaching umano ad alte prestazioni.

Con l’azienda che ha supportato piloti che hanno vinto un totale di 16 Campionati del Mondo tra di loro, Hintsa ha familiarità con ciò che è necessario per un pilota di F1 per avere successo. Tra le qualità individuate – sia fisicamente che mentalmente – l’amministratore delegato Annastiina Hintsa afferma: “Non ce n’è una che non possa essere raggiunta da una donna”.

Pertanto, > = More than Equal hanno esaminato gli ostacoli che impediscono alle donne di progredire nello sport e hanno identificato quanto segue:

  • Poche ragazze nei kart
  • L’incapacità di identificare e sostenere il talento femminile
  • Una mancanza di successo in pista, deviando tutte le sponsorizzazioni e il supporto ai piloti di sesso maschile

Con questi limite in mente, il programma >= More than Equal sarà caratterizzato da quattro elementi fondamentali. In primo luogo, l’iniziativa cercherà a livello globale i migliori talenti femminili del karting e delle corse, con i migliori selezionati per aderire al programma.

Successivamente, Hintsa Performance lavorerà per fornire un programma su misura di allenamento fisico e nutrizione per supportare i piloti giovani e in via di sviluppo del programma, in uno stile simile a quello fornito ai piloti di F1.

Per il loro successo in pista, Coulthard collaborerà con i migliori allenatori di gara per”creare strategie che giochino sui punti di forza femminili.

Infine, il programma utilizzerà i suoi ampi contatti commerciali e motoristici per mirare a collegare i piloti con potenziali team e sponsorizzazioni.

Coulthard descrive la motivazione alla base dell’iniziativa

Coulthard ha spiegato le sue ragioni dietro il voler lanciare > = More than Equal, che è un’iniziativa globale senza scopo di lucro.

“Ho sempre creduto che mia sorella Lynsay Jackson avesse un talento più naturale di me, ma solo io ho ricevuto l’appoggio necessario per arrivare in Formula 1”, ha detto lo scozzese.

“Per avere successo, il talento ha bisogno di essere coltivato precocemente e mi piacerebbe che ogni ‘Lynsay’ là fuori avesse le stesse opportunità degli uomini nella lotta per raggiungere la Formula 1 e vincere”.

Rispondi