Valtteri Bottas ha stabilito il ritmo nelle FP1 del Gran Premio di Gran Bretagna segnate da una pioggia molto persistente che ha limitato l’attività in pista dei piloti.

Il pilota dell’Alfa Romeo ha fatto segnare il tempo di 1m 42.249 con le gomme intermedie chiudendo la sessione di un’ora 0.470 più veloce di Lewis Hamilton e del duo Ferrari comandato da Carlos Sainz e Charles Leclerc.

Mick Schumacher, Zhou Guanyu, Kevin Magnussen, Lance Stroll, Yuki Tsunoda e Sebastian Vettel sono gli unici altri piloti a completare un giro cronometrato.

Le condizioni erano così difficili che era impossibile effettuare il programma previsto e molti team, Red Bull compresa, hanno deciso di non uscire per risparmiare le gomme per le condizioni di bagnato previste sabato.

Per Mercedes, Alpine, Williams e Aston Martin, che hanno apportato aggiornamenti significativi, dovranno aspettare forse domani per valutare se gli upgrade hanno portato benefici oppure meno.

Quando finalmente la pioggia si è attenuata, è stato difficile decidere di passare alle gomme da slick anche se la traiettoria si asciugava in alcune parti del circuito.

Hamilton è stato tra i primi a montare le gomme morbide migliorandosi fino al secondo tempo con la Mercedes.

Lance Stroll invece è stato colto di sorpresa dalle condizioni di Copse quando era sulle soft, finendo sulla ghiaia e arenando la sua Aston Martin.

Questo ha portato fuori la bandiera rossa e, a meno di un minuto dalla fine, il Direttore di Gara ha deciso di non riprendere la sessione.

Le seconde prove si svolgeranno alle 1600 ora locale di venerdì, con previsioni che suggeriscono che è possibile una maggiore pioggia.

Rispondi