Pubblicità

Edizione 2022 della Formula SAE – competizione universitaria internazionale di design ingegneristico – ha visto misurarsi con numerose sfide molti atenei di tutta Europa. E-team Squadra Corse, dell’Università di Pisa si è aggiudicata il premio speciale ERRE Know how, agility, problem solving messo in palio da ERRE Technology Group, “atelier” di servizi di ingegneria in ambito design, ingegneria, progettazione, ricerca di stile, HMI, UX/UI, Prototyping, sistemi elettrici ed elettronici e ICT – tra gli sponsordella XVII edizione della manifestazione. 

Inoltre, dopo una fase di selezione, uno degli studenti del team entrerà nello staff dell’azienda piemontese con sedi anche in Lombardia e Emilia Romagna. 

L’evento internazionale andato in scena lo scorso week end presso l’Autodromo “R. Paletti” di Varano de’ Melegari prevedeva la progettazione e la produzione di un’auto da corsa e ha visto la partecipazione di circa 1.700 studenti provenienti da 18 Paesi (l’India il più lontano). Complessivamente sono stati 64 i team in gara, di cui 54 europei, con 20 italiani, provenienti da 15 diversi atenei, e 10 extra-europei. 

Non è stato facile decidere il vincitore in una tale ricchezza qualitativa di proposte, abbiamo individuato nei ragazzi dell’Università di Pisa i migliori interpreti delle sfide cui ERRE Technology Group deve far fronte quotidianamente. Oltre a coprire parte delle spese sostenute dal team per partecipare alla manifestazione, offriamo a uno dei componenti un’esperienza di stage retribuito, durante il quale potrà arricchire le sue competenze, lavorando fianco a fianco con i nostri profili più esperti, lavorando in tandem. La nostra struttura di PMI ci consente di cambiar pelle in maniera puntuale e camaleontica, empatizzando con le necessità del cliente e adeguando su misura i servizi che offriamo. Non vediamo l’ora di accogliere, dopo l’estate, la nuova risorsa, che certamente saprà distinguersi per creatività, pensiero laterale e passione. Anche in questo caso non si tratterà di una selezione semplice”.

Pubblicità

Rispondi