Il Gran Premio d’Austria ha visto la Haas andare a punti con entrambe le monoposto per la prima volta dopo quattro anni e il risultato ha lasciato il Team Principal Guenther Steiner a sognare in grande, ovvero ad ambire al sesto posto nella classifica costruttori.

I doppi punti ottenuti dalla Haas a Silverstone arrivano dopo cinque gare opache, dove la squadra americana ha sofferto di prestazioni, e gli arrivi in zona punti si sono ripetuti anche al Red Bull Ring quando Schumacher ha ottenuto il sesto posto e Magnussen l’ottavo.

Questa è stata la prima volta dai Gran Premi del Brasile e di Abu Dhabi 2018 che Haas ha ottenuto un doppio piazzamento a punti consecutivo e dopo aver visto la sua squadra saltare dal nono al settimo posto nella classifica costruttori , Steiner spera di salire di un ulteriore posto prima della fine della anno.

“Non voglio superare me stesso, ma se riusciamo a mantenere il settimo posto, o finire sesto, sarebbe bello”, ha detto prima del Gran Premio di Francia. “Penso che qualsiasi cosa al di sopra del sesto sarà molto difficile perché le altre squadre sono molto brave e sono un po’ più avanti.”

“Se riusciamo a ripetere i risultati delle ultime gare , dobbiamo solo continuare a lavorare sodo e forse riusciremo a raggiungere il sesto posto. Prima di tutto, dobbiamo assicurarci di rimanere settimi”.

Schumacher ha aspettato 31 Gran Premi prima di ottener i suoi primi punti e prima del round di questo fine settimana in Francia, sulla pista dove ha segnato la sua prima presenza in assoluto in Q2 l’anno scorso, Schumacher si è preso il tempo per riflettere su quanto sentiva di essere cresciuto come pilota negli ultimi 12 mesi.

“Ovviamente mi sento più esperto”, ha detto il tedesco. “Mi sento un po’ più completo ma c’è ancora molta strada da fare. È solo il mio secondo anno, c’è molto altro da imparare in Formula 1 e ogni giorno cerco di sfruttarlo per vedere dove posso migliorare e dove sento ancora di aver bisogno di lavoro”.

Il compagno di squadra di Schumacher, Magnussen ha confermato che la Haas farà debuttasre il suo primo importante aggiornamento della stagione in Ungheria, rivelando prima del Gran Premio di Francia che il Paul Ricard sarebbe l’ultima gara prima di vedere una Haas completamente rivoluzionata.

Credito fotografico: Haas

Rispondi