Toprak Razgatlioglu di Pata Yamaha ha ottenuto la sua quinta vittoria nel WorldSBK del 2022 dopo un’intensa battaglia nelle fasi finali della Superpole Race a Most.

Jonathan Rea su Kawasaki ha tentato l’impossibile all’ultimo giro, ma ha osato troppo e il pilota irlandese è andato sulla ghiaia, rientrando in pista per salvare almeno la seconda posizione. Razgatlioglu ha conquistato la centesima vittoria della Yamaha in campionato mentre Alvaro Bautista su Ducati ufficiale ha completato i festeggiamenti per il podio per la prima fila nello scontro pomeridiano.

La gara della Superpole inizia con un timido e malsano Alex Lowes seduto in quinta posizione in griglia: il pilota Kawasaki era inizialmente escluso dalla gara per un’infezione intestinale ma ha deciso di partecipare all’ultimo istante.

Il compagno di squadra Rea è scattato dalla pole insieme a Razgatlioglu e Michael Rinaldi con il vincitore del sabato Bautista al quarto posto sulla seconda Panigale. La Yamaha ha ripreso il comando alla prima curva dopo una partenza decisa con Rea e Bautista alle spalle. Rinaldi davanti ad Axel Bassani su Motocorsa al quarto e quinto posto mentre Lowes è sceso al nono posto e Scott Redding si è ritrovato al 14°.

Rea era saldamente sugli scarichi di Razgatlioglu mentre si giocavano gli ultimi tre giri. Il sei volte iridato aveva tentato un sorpasso a metà giro per prendere il comando prima che la Yamaha staccasse duramente alla prima curva del penultimo giro. La battaglia è al culmine e i due hanno oltre tre secondi di vantaggio su Bautista, terzo classificato.

L’ultimo giro ha visto Rea avanzare di nuovo sulla R1 prima di uscire di pista e andare sulla ghiaia ma Bautista era troppo distante per superare il pilota irlandese.

Rinaldi ha conquistato il quarto posto su Bassani e Locatelli con Lecuona e Redding che hanno portato Gerloff all’importantissimo nono posto nelle fasi finali.

Foto: WorldSBK

Rispondi