È Fabio Quartararo (Monster Energy Yamaha MotoGP™) l’uomo del venerdì a Silverstone: il campione del mondo in carica e leader della classifica iridata ha chiuso la FP2 con un 1:58.946 che l’ha messo davanti a Joan Mir (Team Suzuki Ecstar) e Maverick Viñales, terzo con i colori Aprilia Racing e di 11 millesimi più rapido di Johann Zarco (Prima Pramac Racing), l’ultimo a contenere il distacco sotto i due decimi. 

Il francese ha così mostrato i muscoli nella giornata di apertura di un GP che domenica lo vedrà partire con lo svantaggio del long lap penalty stabilito dalla Race Direction a causa della manovra con cui, cadendo, ha spinto fuori pista ad Assen Aleix Espargarò.

È stato proprio l’alfiere Aprilia Racing, secondo in classifica generale a -21 da Quartararo, a portare la seconda RS-GP di Noale in top 5. Lo spagnolo ha preceduto Miguel Oliveira (Red Bull KTM Factory Racing) e Alex Rins (Team Suzuki Ecstar), in cima alla classifica dei tempi prima dei time attack che hanno caratterizzato i minuti finali del secondo turno di libere del Gran Premio Monster Energy della Gran Bretagna. 

Ottavo crono per Enea Bastianini (Gresini Racing MotoGP™) ad aprire una lunga fila di sei Ducati che ha coinvolto Jack Miller (Ducati Lenovo Team), incappato in una scivolata alla curva sette, e Marco Bezzecchi (Mooney VR46 Racing Team), decimo. 

Fuori dalla top 10 uno dei favoriti alla vittoria, Francesco Bagnaia (Ducati Lenovo Team), che era scivolato nella mattinata. Il numero 63 ha chiuso davanti alle altre GP22 di Borgo Panigale di Luca Marini (Mooney VR46 Racing Team) e Jorge Martin (Prima Pramac Racing).

Diciassettesimo tempo per Fabio Di Giannantonio (Gresini Racing MotoGP™), 19° per Andrea Dovizioso (WithU Yamaha RNF MotoGP™ Team) davanti al connazionale Franco Morbidelli (Monster Energy Yamaha MotoGP™). 

Rispondi