Pubblicità

La MotoGP ha firmato un contratto quinquennale per correre in Kazakistan a partire dal 2023.

L’evento si svolgerà presso il nuovissimo Sokol International Racetrack, che si trova appena fuori la città più grande del Kazakistan, Almaty.

“La regione sarà un nuovo pitstop per la MotoGP mentre lo sport continua ad espandersi in tutto il mondo, impegnandosi con nuovi mercati”, si legge in una dichiarazione dei detentori dei diritti commerciali della MotoGP Dorna Sports.

Il Kazakistan diventerà anche il 30° Paese ad ospitare un Gran Premio motociclistico dal 1949, un numero perfetto per celebrare la storia in continua espansione del primo Campionato Mondiale del mondo, e il Sokol International Racetrack sarà il 74° luogo ad ospitare una classe regina da Gran Premio.

Non è stata fornita alcuna data per il nuovo evento, con un calendario provvisorio della MotoGP 2023 ancora da pubblicare, ma si vocifera verso metà estate. L’accordo con il Kazakistan segue gli impegni incalzanti per i futuri round della MotoGP in India e Arabia Saudita.

L’attuale calendario della MotoGP è composto da 20 round, dopo il rinvio della Finlandia. Tuttavia, i circuiti spagnoli di Valencia, Barcellona e Aragon hanno già deciso di ospitare eventi ad anni alterni, se richiesto a causa di un calendario in espansione.

L’attuale contratto tra Dorna e i team MotoGP dovrebbe consentire un massimo di 22 round.

Per essere sempre aggiornato sulle nostre news metti il tuo like ai profili Facebook, Twitter e Linkedin di GIORNALEMOTORI
Vuoi entrare nella nostra redazione? Scrivici a redazione@giornalemotori.com

0 0 votes
Article Rating
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments