Pubblicità

Lewis Hamilton ha battuto Max Verstappen ottenendo nelle prime prove libere del Gran Premio di Singapore.. 

Il sette volte campione del mondo, a cui mancano solo sei gare dalla fine del 2022 per salvare il suo record di F1 vincendo almeno un Gran Premio in ogni stagione che ha disputato, ha strappato in ritardo il miglior tempo della sessione, battendo Verstappen di appena 0,084 S. 

Hamilton si era lamentato di una scarsa guidabilità all’inizio della sessione, ma ha registrato il suo tempo da prima pagina durante le corse con le gomme morbide nelle fasi finali. 

In vista del primo ritorno della F1 a Singapore dopo tre anni, Hamilton ha parlato della speranza di replicare la sua straordinaria pole che ha segnato sul circuito di Marina Bay nel 2018.

Le FP1 non sono particolarmente rappresentative delle condizioni per il resto del fine settimana poiché si svolgono all’inizio del weekend di gara dove la pista è ancora molto sporca e poco gommata.

Il campione Verstappen sembrava destinato a iniziare perfettamente un fine settimana in cui può sigillare il suo secondo titolo mondiale consecutivo e ha dominato l’ora di apertura della corsa prima dello sforzo finale di Hamilton.

L’olandese guida Charles Leclerc della Ferrari di 116 punti e concluderà il campionato di F1 2022 con cinque gare dalla fine se vincerà domenica e i suoi rivali più vicini avranno un punteggio basso. 

Leclerc è arrivato terzo, quattro decimi alla deriva da Hamilton, davanti a Sergio Perez e George Russell, che hanno concluso un secondo sotto il suo compagno di squadra Mercedes. 

Ci sono stati problemi iniziali per Leclerc che ha perso quasi metà della sessione mentre la sua squadra ha indagato su un problema ai freni prima che potesse tornare in pista. 

Il compagno di squadra della Ferrari Carlos Sainz chiude sesto, mentre Esteban Ocon dell’Alpine, il pilota dell’Aston Martin Lance Stroll, Pierre Gasly dell’AlphaTauri e Fernando Alonso hanno completato il resto della top-10. 

Stroll ha fatto uscire fuori una breve bandiera rossa quando ha colpito il muro alla curva 5 e si è fermato in pista con la macchina danneggiata. 

Per essere sempre aggiornato sulle nostre news metti il tuo like ai profili Facebook, Twitter e Linkedin di GIORNALEMOTORI
Vuoi entrare nella nostra redazione? Scrivici a redazione@giornalemotori.com