Pubblicità

John McPhee ha corso grossi rischi nell’ultimo giro per vincere il Gran Premio della Malesia Moto3 a Sepang.

John McPhee ha dato tutto nelle curve finali per trovare la sua prima vittoria in un Gran Premio della stagione nella penultima gara, il Gran Premio della Malesia Moto3, round diciannovesimo del campionato.

Dopo molti problemi in questa stagione, incluso il suo infortunio alla schiena che lo ha visto saltare cinque round fino a problemi con la moto per problemi ai freni per tutto il fine settimana, John McPhee si è messo in vetrina con un ultimo giro speciale per ottenere la sua prima vittoria da San Marino 2020 .

Il pilota Sterilgarda Husqvarna Max è stato sconfitto dopo le qualifiche, dove è riuscito a qualificarsi solo 22°. L’uomo di Oban ha visto un barlume di speranza nella gara e insieme a Riccardo Rossi, dopo una buona partenza, ha spinto per rientrare nel gruppo di testa.

Con le cadute che hanno diviso il gruppo, nell’ultimo giro c’erano solo sei piloti in lizza per la vittoria. Sergio Garcia era in testa assieme a Jaume Masia in testa mentre si dirigevano verso l’ultimo settore, ma il numero 17 ha trovato lo spazio giusto all’interno nell’ultima curva e grazie a quella mossa coraggiosa è riuscito a tagliare il traguardo davanti a tutti.

McPhee diventa il secondo pilota a vincere una gara della Moto3 su tre moto di diversi produttori (Peugeot, Honda e Husqvarna) con Romano Fenati che fa meglio trionfando su quattro moto diverse.

Sasaki ha resistito per il secondo posto sfiorando la vittoria per solo 0,048 secondi. Il pilota giapponese ha stabilito un nuovo record sul giro in gara. Il #71 ha dedicato il suo podio, il nono in questa stagione, a Dietrich Mateschitz, fondatore della Red Bull, che aveva pagato una parte enorme durante la sua carriera agonistica. È stato fortunato a finire dopo il contatto con Izan Guevara all’inizio della gara. L’ultimo posto sul podio è andato a Garcia su Gaviota GasGas Aspar.

Masia chiude quarto per la Red Bull KTM Ajo e lo spagnolo aveva segnalato il suo stato di forma pronto per la gara dopo aver superato l’umida sessione di riscaldamento. Diogo Moreira è stato un vero debuttante della pista, ma il rookie ha tenuto testa per il quinto posto nella voce MT Helmets – MSI.

Dennis Foggia, che ha anche fatto la sua parte in testa alla gara, è stato l’ultimo del gruppo al sesto posto. Daniel Holgado si è svanito finendo settimo in testa al gruppo di inseguitori per la Red Bull KTM Ajo. Dietro di lui c’era Ryusei Yamanaka sulla seconda moto di MT Helmets. Ha avuto l’attenzione di Ivan Ortola ma ha tenuto a bada il pilota dell’Angeluss MTA al nono posto.

Dennis Oncu (Red Bull KTM Tech3) ha fatto progressi dal suo 21° posto in griglia per completare la top ten. Xavier Artigas è stato undicesimo per CFMoto Racing PruestelGP, davanti al neo-campione Guevara.

Per essere sempre aggiornato sulle nostre news metti il tuo like ai profili Facebook, Twitter e Linkedin di GIORNALEMOTORI
Vuoi entrare nella nostra redazione? Scrivici a redazione@giornalemotori.com

0 0 votes
Article Rating
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments