Pubblicità

George Russell riporta al successo la Mercedes nella Gara Sprint del GP di San Paolo, 342 giorni dopo l’ultimo trionfo della Casa di Stoccarda in Formula 1 ottenuto nel Gran Premio dell’Arabia Saudita della passata stagione, con Sainz ed Hamilton a completare il podio.

Al pronti-via Magnussen mantiene la prima posizione mentre dietro alla Haas succede la bagarre con Russell subito in lotta con Verstappen, Sainz a duellare con Norris mentre le due Alpine arrivano alla contatto alla Descida do Lago.

Magnussen apre al comando la seconda tornata ma la differenza di prestazioni rispetto a Red Bull e Mercedes si fa sentire e ben presto il danese si ritroverà in quarta posizione, superato in sequenza da Verstappen, Russell e Sainz.

Alonso rientra ai box per cambiare l’ala anteriore danneggiata dopo un contatto col compagno Ocon al primo giro. Lo spagnolo non risparmia le polemiche al suo team mate ma in realtà la colpa è solamente di Fernando.

In questa fase della gara Leclerc appare in difficoltà e dopo 10 giri il monegasco annaspa in ottava posizione.

Nono passaggio: Vettel e Stroll sono in battaglia tra di loro per l’undicesima posizione e quando il tedesco si affianco al canadese nella Reta Oposta, Stroll chiude di prepotenza la porta in faccia a Vettel, obbligando il tedesco ad una pericolosa escursione sull’erba in piena velocità. Per questa manovra Stroll rimedierà una penalità di 10 secondi.

La gara arriva a metà e la battaglia per la vittoria tra Russell e Verstappen inizia prendere vita, ma questo duello ha permesso sia a Sainz che Hamilton di farsi sotto.

Al quindicesimo giro Russell riesce a superare Verstappen portandosi in testa alla gara e distanziando fin da subito il campione del mondo olandese che paga una scelta errata di partire con la gomma media.

Sainz si fa sotto e al 19° giro Sainz supera di cattiveria Verstappen alla prima staccata. I due arrivano al contatto, con Verstappen che tocca leggermente la ruota posteriore della F1-75 di Sainz rovinando l’ala anteriore e subendo gli attacchi di Hamilton, scivolando in quarta posizione.

Le posizioni non cambiano fino alla bandiera a scacchi e Russell trionfa in questa gara Sprint del GP di San Paolo davanti alla Ferrari di Sainz, che domani scatterà 5 posizioni più indietro, Hamilton e Verstappen. Quinta posizione per l’altra Red Bull di Perez che taglia il traguardo davanti ad un opaco Leclerc. Settima posizione per la McLaren di Norris mentre il poleman Magnussen chiude con un ottimo ottavo posto. Vettel e Gasly completano la top 10.

Per essere sempre aggiornato sulle nostre news metti il tuo like ai profili Facebook, Twitter e Linkedin di GIORNALEMOTORI
Vuoi entrare nella nostra redazione? Scrivici a redazione@giornalemotori.com