Pubblicità

Jonathan Rea ha ottenuto una vittoria schiacciante nel WorldSBK in Gara 1 a Phillip Island, la sua prima in 25 gare, dopo aver gestito le condizioni variabili meglio dei suoi concorrenti. 

Partito dalla pole per la seconda volta nel 2022, il nuovo campione del WorldSBK Alvaro Bautista ha fatto una partenza brillante mentre guidava il gruppo alla prima curva.

Con la pista ancora molto umida anche se si stava asciugando rapidamente, Rea, che ha un ottimo feeling in tali condizioni, ha perso una posizione a favore di Toprak Razgatlioglu .

Anche la seconda Pata Yamaha di Andrea Locatelli si è fatta strada sull’altra moto Kawasaki ufficiale di Alex Lowes , ma il britannico ha risposto prima della fine del primo giro riconquistando il quarto posto.

Desideroso di vincere la sua prima gara dall’Estoril, Rea ha visto l’opportunità di conquistare il secondo posto su Razgatlioglu, ma il sei volte campione del mondo è andato largo alla prima curva, restituendo il vantaggio al pilota Yamaha. Quando i piloti hanno iniziato il terzo giro, Rea ha fatto la stessa mossa e ha iniziato ad avvicinarsi a Bautista per il comando. 

Tre curve dopo Rea era ora il leader della corsa mentre Bautista iniziava a faticare.  La stessa curva quattro ha poi visto Razgatlioglu balzare su Bautista per il secondo prima che Lowes facesse lo stesso alla curva sette.

Analogamente alle sessioni di prove libere durante tutto il fine settimana, a Rea mancava la velocità nel settore quattro quando Razgatlioglu ha recuperato quasi quattro decimi dalla Kawasaki numero 65. 

A 17 giri dalla fine, Razgatlioglu, che ha guadagnato ancora una volta decimi preziosi nel quarto settore, ha effettuato il suo primo sorpasso per andare al comando della gara. 

Dopo essere andato largo alla curva due, Razgatlioglu è stato poi superato da Rea prima che Lowes portasse l’altra Kawasaki al secondo posto con una mossa coraggiosa alla curva Stoner.

Lowes, che è stato nettamente il pilota più veloce in pista, ha poi preso il comando su Rea prima di iniziare ad aprire un vantaggio immediato. Rea era invece sotto forte pressione di Razgatlioglu e Bautista.

Lowes continuava a controllare la gara anche se Rea era subito dietro a lui. Così è stato anche per Bautista dopo che lo spagnolo si è sbarazzato di Razgatlioglu dopo un altro errore del fuoriclasse turco. 

La pista ormai era completamente asciutta e sia Rea che Razgatlioglu hanno deciso di entrare nella corsia dei box e passare dalle gomme da bagnato a quelle da asciutto.

Lowes e Bautista, che erano i due piloti più veloci ancora sul bagnato, hanno deciso di restare fuori. Prima che Rea e Razgatlioglu entrassero ai box, Michael Ruben Rinaldi è stato uno dei primi a cambiare le gomme mentre Lowes era ora più lento di quelli con gomme da asciutto. 

Bautista è rientrato ai box al giro successivo ma ha perso tempo con Rea e Razgatlioglu che sono riusciti a eseguire l’overcut. 

Lo stesso ha fatto Lowes all’11° giro perdendo anche lui posizioni a favore di Rea, Razgatlioglu e Bautista. Con Scott Redding l’attuale leader della corsa e cercando di arrivare fino alla fine con le gomme da bagnato, il pilota BMW ha dovuto invece abbandonare quella idea poichè la pista era ormai totalmente asciutta.

Nonostante abbia perso tempo contro Razgatlioglu negli ultimi giri, Rea ha ottenuto una comoda vittoria davanti al suo rivale e compagno di squadra Lowes. 

ORDINE DI ARRIVO WSBK PHILLIP ISLAND GARA 1

Per essere sempre aggiornato sulle nostre news metti il tuo like ai profili Facebook, Twitter e Linkedin di GIORNALEMOTORI
Vuoi entrare nella nostra redazione? Scrivici a redazione@giornalemotori.com